Dani Alves, tentazione Inter ma occhio alla Premier League

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:10

Dopo aver alzato la Copa America al Maracanã, Dani Alves aspetta di capire quale sarà il suo futuro professionale. Il capitano della Nazionale brasiliana si è appena svincolato dal PSG e adesso cerca una nuova sistemazione. “Chi mi ingaggerà prenderà un campione” – ha detto qualche giorno fa il difensore – “Andrò da chi mi vorrà con più convinzione”.

In effetti, le pretendenti non mancano: è stato accostato all’Inter di Conte, il nuovo tecnico gradirebbe molto il suo arrivo ma resta una suggestione, alla Juventus (sarebbe un ritorno, dopo una parentesi senza infamia e senza lode culminata con quel battibecco con Bonucci durante la finale di Champions a Madrid) quella verso Torino sembra essere una strada in salita e in Premier League.

Dani Alves, tentazione Italia ma occhio alle inglesi

Sul giocatore, infatti, in Inghilterra hanno messo gli occhi Arsenal, Tottenham e Manchester City. I Gunners vorrebbero agguantare il difensore ma hanno un budget limitato, il Manchester City ci prova comunque nonostante lo spauracchio del Fair Play Finanziario e il Tottenham lo insegue dai tempi in cui era al Barcellona. Poi Dani Alves è arrivato in Italia, ma l’interesse degli Spurs è tutt’altro che scemato. Restando dalle nostre parti, oltre ad Alves, nel mirino bianconero c’è anche Nicolò Zaniolo. Il gioiellino giallorosso, vera e propria rivelazione della stagione passata, non è passato inosservato neanche al Tottenham che – come per Dani Alves – vuole tentare l’affondo.

Dani Alves e Zaniolo, futuro in Premier?

Sicuramente l’interesse degli inglesi è concreto, sia per uno che per l’altro, tuttavia il brasiliano è conteso da altre due concorrenti nella Premier (dettaglio tutt’altro che irrilevante per gli Spurs) mentre l’italiano è corteggiato soltanto dalla Juventus che, per adesso, sembrerebbe intenzionata a far cassa prima di acquistare. Se il futuro di Alves pare essere diretto verso Londra, quello di Zaniolo è ancora tutto da decifrare. Una cosa è certa: le inglesi, dopo la finale di Champions ed Europa League, la fanno da padrone anche sul mercato.