Real Madrid: Asensio, confermata la rottura del crociato. James può restare

Marco Asensio vittima di un brutto infortunio. Durante la partita contro l’Arsenal in International Champions Cup, vinta ai calci di rigore, il giocatore spagnolo si è accasciato al suolo poco dopo aver realizzato il gol del 2-2. Nello svolgimento di un’azione difensiva il calciatore, a terra e con le mani sul volto ha atteso l’arrivo di una barella, che non ha fatto presagire nulla di buono.

Stando a quanto riferito dai test medici effettuati, è stata confermata la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco del ginocchio sinistro, un tipo di infortunio che potrebbe costare uno stop per gran parte della stagione al ventitreenne, anche per 8 mesi. Nei prossimi giorni sarà sottoposto ad un intervento chirurgico.

Asensio out, James rimane

Con l’ipotesi, sempre più accreditata che il classe ’96 possa rimanere fermo per tutto l’anno, i Galacticos sarebbero intenzionati realmente trattenere il colombiano, messo sul mercato sin dall’inizio della sessione estiva. Il giocatore non è mai rientrato nei piani di Zinedine Zidane e la trattativa con Napoli e Atletico Madrid l’ha dimostrato. Il K.O. di Asensio, però, rende ora necessaria la permanenza del giocatore proveniente da due anni di prestito al Bayern Monaco.

James Rodriguez potrebbe dunque restare a Madrid, ma con la Camiceta Blanca, un’opzione mai realmente messa in discussione durante le ultime settimane dopo le numerose voci di un arrivo in Italia. Il Napoli, da diverso tempo ha ormai virato per ulteriori soluzioni, una scelta ideale per come si sono susseguiti determinati eventi. I tifosi dei Colchoneros, invece, non hanno ricevuto buone notizie, e potrebbero non tentare più alcun affondo definitivo per il 10 della Colombia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *