Milan, rivolta social dei tifosi per Cutrone al Wolverhampton

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:02

Patrick Cutrone lascerà il Milan. In un calcio sempre meno propenso alla nascita di nuove bandiere, l’addio dell’attaccante dalla squadra rossonera ha portato a una rivolta sul mondo dei social da parte dei sostenitori del club milanese. Cresciuto nelle giovanili della società, il ventunenne si è sempre dimostrato uno dei giocatori più fedeli alla maglia e il paragone con Inzaghi, che l’ha accompagnato nel suo anno di “esplosione” in Serie A, lo ha fatto entrare ancora di più nel cuore dei tifosi.

In questa sessione di mercato, però, le strade tra il calciatore classe ’98 e il Milan si separeranno definitivamente, poichè il Wolverhampton acquisterà Cutrone per 18 milioni di euro più 4 di bonus. I rossoneri potranno così riempire nuovamente le proprie casse per investire e rinforzarsi in diverse zone del campo.

Cutrone addio al Milan, l’insurrezione dei tifosi

La notizia della cessione dell’attaccante ha portato ad una ribellione social da parte di tutti i sostenitori della squadra allenata da Marco Giampaolo. Sacrificare proprio una delle possibili bandiere del futuro, per una cifra ritenuta irrisoria in un mercato da prezzi folli, ha fatto scatenare i milanisti, infuriati per una trattativa che avrebbe dovuto vedere come protagonista Andre Silva. L’attaccante portoghese, infatti, si sarebbe dovuto trasferire al Monaco per 30 milioni, ma diverse problematiche hanno fatto saltare l’affare, obbligando così il Milan a trovare una soluzione alternativa.

Cutrone è rientrato dalla tournée americana per l’International Champions Cup e nelle prossime ore firmerà un contratto che lo farà volare in Premier League dove, da protagonista, potrà guidare i Wolves in campionato e potrà mettersi in mostra in vista del prossimo Europeo. Maldini e Massara, intanto, continuano a trattare per Angel Correa, il profilo che sostituirà il numero 63, un’incombenza importante per l’argentino che dovrà far presto dimenticare l’amore e la passione che il ragazzo di Como ha sempre messo in campo con la maglia rossonera.