Milan, Fassone ammette: “Bonucci è stato un errore. Volevamo Cristiano Ronaldo”.

Marco Fassone sull’avventura al Milan. L’ex amministratore delegato dei rossoneri è tornato a parlare, ai microfoni di Sportitalia, della sua esperienza ormai conclusa e di alcuni retroscena che l’hanno accompagnato, primo su tutti quello riguardante Leonardo Bonucci, il grande colpo dell’estate 2017 rivelatosi poi un flop.

“I difensori li avevano già presi, non ce ne serviva un sesto, ci mancava la punta per la quale avevamo messo un ragguardevole gruzzolo da parte. Decidemmo invece di ridurre l’investimento per il centravanti e prendere un leader carismatico come Leo. Mi venne sottoposta questa opportunità e forse, col senno di poi, avessimo investito 70-80 milioni su un attaccante avremmo scritto diversamente la storia. E’ stato un errore, ha detto Fassone.

Fassone sul sogno Cristiano Ronaldo

“I numeri sul tavolo rendevano l’operazione decisamente sconsigliabile. Secondo me, in quell’anno era già disponibile a valutare altre opportunità e il Milan ha un fascino notevole. Ma non siamo andati oltre i calcoli interni e una chiacchierata con Mendes per comprendere l’eventuale fattibilità”.

Sul possibile colpo Aubameyang ha dichiarato: “Anche lui era un pallino di Mirabelli da sempre, soltanto che è complicato lavorare con le squadre tedesche (all’epoca giocava ancora nel Borussia Dortmund ndr) hanno tempi ridotti. Se avessimo spinto sull’acceleratore avremmo chiuso”.

Fassone ha speso alcune parole anche per il precedente proprietario Yonghong Lì: “Ha sottovalutato il restituire il prestito in diciotto mesi. Ipotizzavamo che ci fossero difficoltà, ma non immaginavamo che sarebbe finita così. Gli ultimi mesi sono stati una sofferenza, non potevamo creare la squadra. C’era paura e dispiacere. Ha perso la società per debiti”.

Infine su Maldini ha concluso: Gli avevo proposto di lavorare con noi. Per me l’ideale era un Milan con lui e Mirabelli che si completassero. Perchè il si a Gazidis? Probabilmente ci sono stati dei risvolti che hanno reso il progetto più interessante e una collaborazione con Boban e Leonardo potrebbe piacergli di più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *