Frank De Boer lancia una bordata al calcio femminile: “Stesso stipendio degli uomini? È ridicolo”. Con il passare del tempo il calcio femminile sta prendendo sempre più piede. L’ultimo esempio in ordine cronologico è stato senza dubbio il Mondiale giocatosi in Francia. La manifestazione ha avuto un seguito senza eguali. Molti sono stati gli appassionati di calcio che si sono avvicinati a questo nuovo mondo. In Italia, per esempio, ben 21 milioni di persone hanno sostenuto il cammino delle azzurre, un dato superiore a quello fatto registrare per l’Under 21 maschile (20,6 milioni). Nonostante ciò sono ancora molte le differenze tra il calcio maschile e quello femminile. La questione più controversa rimane quella dei salari.

Sulla questione stipendi è intervenuto l’ex allenatore dell’Inter, Frank De Boer: “Se il calcio femminile diventerà popolare quanto quello degli uomini allora si arriverà a questo, perché a quel punto la pubblicità e gli sponsor saranno livellati. Ma attualmente non è così, quindi perché devono guadagnare lo stesso? Penso sia ridicolo”.

Poi, l’attuale tecnico dell’Atlanta United ha proseguito, argomentando il suo pensiero: “Se la finale maschile viene seguita da 500 milioni di persone e quella femminile da 100 non può essere la stessa cosa, per questo il guadagno deve essere proporzionato. Se diventerà altrettanto popolare allora ok, ma ora no. Se sei una manager di una banca ritengo che lo stipendio debba essere uguale a quello di un uomo che ricopre la stessa posizione. Nel calcio ancora non è così”.