L’Inter scopre Lukaku: “Odio chi non porta rispetto. Ecco perché ho una mentalità forte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37

E’ lui il vero piatto forte di questo mercato estivo. Almeno in attesa della chiusura delle trattative. Romelu Lukaku è il grande colpo dell’Inter. L’attaccante strappato al Manchester United per 65 milioni di euro più altri 10 di bonus. In attesa del campionato i tifosi nerazzurri cominciano a scoprire Lukaku anche dal punto di vista personale e umano. In un’intervista al portale tedesco T-Online il belga si racconta, parlando del suo passato: “Ho avuto un’infanzia difficile, sono cresciuto in circostanze difficili, ma anche questo ha avuto degli aspetti positivi. Non penso di essere l’unico ragazzo cresciuto in una situazione del genere. Quello che è accaduto mi dà una forte mentalità. Io non mi interesso di cosa pensano gli altri di me, anzi continuo a fare del mio meglio ed andare avanti. L’unica cosa che odio davvero è la gente che manca di rispetto. Cosa apprezzo se guardo indietro? Tante cose, anche le sfide più brutte che ho dovuto affrontare, perché mi hanno reso la persona che sono oggi”.

Le ambizioni con la nazionale

Lukaku poi racconta anche il suo rapporto con la nazionale: “Vogliamo fare meglio rispetto ai Mondiali del 2018 (eliminati in semifinale con la Francia) ma bisogna crescere per gradi, con calma e coerenza. I giovani devono capire che la maglia del Belgio non è cosa da poco. Witsel? È uno dei miei migliori amici e ci parliamo quasi ogni settimana. È un peccato che non abbia vinto il campionato tedesco la scorsa stagione, ma è un giocatore ambizioso e punta al prossimo titolo”.