Senza Cristiano Ronaldo a Trieste si è preso la scena. Lui, Paulo Dybala, che nessun tifoso della Juventus ha mai messo sul mercato. Lui che, probabilmente, ad andare via non ci ha neanche pensato. Sa che sarà una sfida difficile, ma la prodezza con la quale ha risolto l’ultima amichevole stagionale è più di un messaggio lanciato alla società, a Sarri, ai tifosi e agli illustri compagni di squadra. Dybala ha esultato senza la sua “maschera”, ma indicando la maglia e in particolare lo stemma della Juventus. “E’ qui, resto”, il messaggio. Dybala fino alla fine. Fino alla fine del calciomercato. Far passare il 2 settembre e ritrovarsi ancora in bianconero per giocarsi le sue carte e conquistare un posto accanto a Cristiano Ronaldo

Anche Sarri si sta convincendo

Fosse per Maurizio Sarri questi campioni li terrebbe tutti. Ma Dybala lo sta convincendo sempre di più. Sembra lontana, adesso, l’ipotesi di uno scambio con l’Inter con Icardi. Il mercato in Premier League è chiuso, e all’estero ci sono poche possibilità. La Spagna, naturalmente, è un palcoscenico invitante, ma offerte non ce ne sono. Sembra destino, allora, che il futuro di Dybala debba essere per forza bianconero.