Forte fisicamente, di grande esperienza, non un grande realizzatore ma un attaccante che lavora per la squadra come pochi al mondo. Fernando Llorente, da svincolato di lusso, si ritrova così ad essere al centro di diverse trattative di mercato, l’ultima stagione con il Tottenham, 13 goal, il più importante quello che ha consentito agli Spurs di conquistare una semifinale di Champions League, trovando poi anche la finalissima.

All’Inter come vice Lukaku ma anche Napoli e Lazio su Llorente

34 anni e non sentirli Llorente ha ancora fame di goal di giocare nel calcio che conta. In primis su tutti c’è l’Inter di Antonio Conte, l’ex ct vuole l’attaccante basco per farne il vice Lukaku. l’idea sarebbe perfetta, i movimenti tra i due centravanti sono simili, il belga ha più forza esplosiva, lo spagnolo è perfetto da gettare nella mischia quando servono i centimetri per i palloni alti negli ultimi venti minuti di gioco. La trattativa con l’entourage del giocatore è in piedi, non c’è fretta di chiudere, l’ingaggio del giocatore al Tottenham era sui 4 milioni di euro a stagione, i nerazzurri vorrebbero rivederlo a ribasso.

Non solo inter, anche Napoli e Lazio aspettano silenziose sviluppi. Ancelotti ha chiesto uno tra Llorente o Icardi al presidente De Laurentiis, l’allenatore è preoccupato anche dalle voci insistenti sulla possibile partenza di Milik. Stesso discorso per la Lazio di Lotito che lavora a fari spenti ma vuole piazzare un altro colpo importante e magari proprio in attacco con il basco.

Ci sono anche da registrare i rumors inglesi del Manchester United che ha bisogno di un centravanti dopo l’addio di Lukaku, il mercato della Premier League in entrata è chiuso, c’è solo spazio per gli svincolati ed ecco perché Llorente potrebbe vestire la maglia dei Red Devils. Più suggestiva e affascinante la pista che porta ad un ritorno a casa, all’Athletic Bilbao, la dove tutto è iniziato con le giovanili, poi la prima squadra e il salto nel grande calcio con la Juventus. Sono ore calde, l’attaccante non ha fretta vuole scegliere il meglio per l’ultimo contratto della sua carriera.