“Se Mario Balotelli ha scelto il Brescia è per una questione di cuore, non certo per ambizione o danaro”, così il presidente Cellino ha accolto “Balo” in Italia. SuperMario riparte dalla sua città Natale, un ritorno all’ovile forse per mettere definitivamente la testa a posto. Nell’anno degli Europei conta allenarsi bene per riconquistare anche la fiducia di Mancini, così da abbinare all’azzurro del Brescia quello della Nazionale maggiore che lo vede assente da troppo tempo.

Mario Balotelli, mille tifosi per il suo primo allenamento col Brescia

Genio e sregolatezza è un binomio che, ormai, purtroppo mal si addice ai suoi ventinove anni. Il ragazzo si è fatto uomo ed intende farlo capire in primis a chi lo sottovaluta. Sarà per questo che Mario, oggi, si è presentato al primo allenamento con la sua ‘nuova’ compagine due ore prima. La seduta era fissata per le 17, Balotelli è arrivato al Centro Sportivo di Torbole Casaglia alle 15. L’attaccante ha preso parte alla riunione tecnica per poi tornare sul campo a sudare, per prepararsi al meglio, che tra sette giorni si comincia a fare sul serio. Ad attenderlo, per applaudirlo e ammirarlo, c’erano mille tifosi: segno che qualcuno in lui ci crede ancora. “Al Brescia posso dare tutto”, ha detto, scegliendo – non a caso – di cominciare con il buon esempio. In campo e fuori. Che siano davvero finiti i tempi da “Bad Boy”…