Liverpool, Jurgen Klopp a sorpresa: “Tra 2 o 3 anni potrei ritirarmi”. Jurgen Klopp, ieri, si è recato ad Amburgo per ritirare lo Sport Bild-Award come miglior allenatore dell’anno. Premio più che meritato visto che lo scorso anno ha condotto il Liverpool alla conquista della sesta Champions League della sua storia. Per lui, invece, si è trattata della prima. Anche se, in passato, ha sfiorato il trofeo per ben due volte, in entrambe le occasioni alla guida del Borussia Dortmund.

Klopp: “Futuro? Tutto è possibile. Potrei smettere tra 2 o 3 anni”

Durante la premiazione, Klopp ha rilasciato delle dichiarazioni importanti circa il suo futuro. A chi gli ha chiesto quale sarà la sua prossima squadra, il tecnico tedesco ha risposto: “Innanzitutto spero che tutto continui ad andarmi così bene, poi tra 2-3 anni vedrò. Tutto è possibile, anche che mi ritiri. Non so se succederà davvero ma lo dico così, nel caso io smetta, nessuno sarà sorpreso”.

Poi, Klopp ha proseguito analizzando il passaggio del suo ex giocatore, Philippe Coutinho, al Bayern Monaco: “Un ottimo giocatore e un’ottima persona. Noi lo cedemmo contro voglia al Barcellona: ci costrinsero a venderlo vista l’offerta. Suonerà strano, ma non potevamo più permettercelo”.

Ieri, era presente anche Arjen Robben. L’olandese decise la finale di Champions League del 2013 con un gol allo scadere, togliendo la possibilità a Klopp (allora allenatore del Borussia Dortmund) di alzare il trofeo per la prima volta. In merito a questo episodio, Klopp ha scherzato: “Non sono arrabbiato con Robben per quel gol. Quella sera avrei potuto dargli un calcio nel sedere ma non l’ho fatto”.