La scelta dei difensori è un momento chiave per un’asta di successo al Fantacalcio. Si cercano titolari, affidabili anche in chiave modificatore, magari in grado di dare un contributo in attacco con gol e assist per i bonus. Tanti cercano di mettere nella propria rosa giocatori come Kolarov, difensore più prolifico nello scorso campionato. Anche nuovi acquisti come Mancini e Di Lorenzo, passati al Napoli e alla Roma, sono due nomi di sicuro interesse anche se avranno meno libertà offensiva rispetto agli scenari con Atalanta ed Empoli. I top player come Koulibaly, Manolas, o un elemento di alto valore come Hateboer (5 gol, 5 assist e 6.76 di fantamedia la scorsa stagione, una delle più alte per un difensore) dovrebbero prevedibilmente richiedere investimenti elevati all’asta. Ma di difensori con contenute quotazioni di partenza si possono trovare. E sono questi jolly a fare la differenza.

Bruno Alves

Lo davano per vecchio, invece il portoghese Bruno Alves è la grande scommessa vinta del Parma. E una garanzia al Fantacalcio. Il capitano ha ereditato la fascia da Alessandro Lucarelli e da subito si è trovato bene nel ruolo di leader della difesa, come dimostrano le 33 presenze nell’ultimo campionati. L’anno scorso, secondo i dati Wyscout, ha recuperato quasi undici palloni di media a partita, ha aggiunto 6.19 intercetti e 4.62 spazzate. Ha anche segnato quattro gol. In più batte tutte le punizioni, un plus che lo rende particolarmente prezioso per chi organizza leghe in cui si assegna il bonus anche per gli assist da fermo.

Theo Hernandez

Fratello del Lucas campione del mondo e nuovo acquisto più costoso di sempre del Bayern Monaco, all’Alaves Theo Hernandez ha dimostrato di essere potenzialmente un terzino da almeno cinque assist a stagione. Abbina una media superiore ai cinque dribbling a partita a una notevole velocità di corsa con e senza palla. Quando parte in progressione, visto il suo energico atletismo, è particolarmente difficile da fermare. Mostra anche qualche lacuna in fase di difensiva, è ancora istintivo nelle letture preventive, nell’uno contro uno e nella gestione delle transizioni che potrebbe tradursi in qualche cartellino di troppo.

Skrtel

Lo slovacco Skrtel ha giocato oltre 500 partite in carriera ma è arrivato carico di motivazione. Vuole rimettersi in gioco, è ancora abbastanza integro e inevitabilmente andrà a occupare lo slot centrale nella difesa a tre di Gasperini. In carriera, ha vinto in media due terzi dei duelli aerei tentati (4.98 a partita, secondo i dati Wyscout), efficace in marcatura e nelle chiusure in anticipo, lo slovacco aggredisce e fa ripartire l’azione. Sarà presumibilmente il primo regista della manovra dell’Atalanta, e in più può offrire un contributo non disprezzabile in termini di gol e assist nelle situazioni di calcio da fermo. Se dovesse saltare qualche partita di troppo, ci si può “coprire” con il sicuro titolare Palomino.

Toljan

Esterno tedesco di padre statunitense, Jeremy Toljan arriva al Sassuolo con l’obiettivo dichiarato di riempire il vuoto lasciato dalla cessione in prestito di Lirola. Nell’anno e mezzo trascorso a Borussia Dortmund tra l’estate 2017 e il gennaio 2019, ha giocato soprattutto a sinistra anche se si è sempre trovato meglio a destra. Giocatore di spinta che ha giocato anche esterno di centrocampo, più a suo agio in fase offensiva che in copertura, può garantire più di qualche assist una volta integrato nel nostro campionato.

Murillo

Considerato qualche anno fa l’erede di Cordoba, il colombiano Murillo andrà a sostituire nella linea difensiva della Sampdoria Joachim Andersen. Nel suo caso, visto il passato all’Inter, non ci sono incognite legate ai tempi di inserimento e ambientamento nel nostro calcio. Non è un difensore da bonus al Fantacalcio, non segna in partite ufficiali dal 2017, ma un titolare sicuro e affidabile su cui puntare anche tra le prime scelte in chiave modificatore.

Gli altri difensori low cost su cui puntare

Se Florenzi della Roma parte da una quotazione di 10, ma è comunque da considerare vista la posizione di esterno alto che occupa, con una base d’asta anche inferiore si possono completare altri colpi interessanti nell’asta del Fantacalcio. Si può scommettere su Barreca o in alternativa Romero del Genoa, o puntare su Cacciatore, il più esperto nella difesa del Cagliari. Occhio anche al kosovaro Rrahmani del Verona, difensore pulito con discreta propensione al gol che dovrebbe partite come titolare fisso, e a Samir, pallino di Tudor all’Udinese.