Maurizio Sarri non siederà in panchina in occasione delle prime due partite di serie A con il Parma e con il Napoli. Questa la decisione dello staff medico della Juventus. Salta dunque la sfida da ex alla prima in casa della nuova stagione per il tecnico toscano, fortemente criticato dai tifosi del Napoli per la sua decisione di accettare l’offerta dei bianconeri.

Sarri, scrive il club in una nota pubblicata sul sito ufficiale, “è stato sottoposto ad ulteriori accertamenti medici oggi, che hanno evidenziato un buon decorso clinico” dopo la polmonite che l’ha colpito nei giorni scorsi. La decisone, prosegue la nota, è stata presa per permettere al tecnico, che anche oggi si è recato al JTC per coordinare il lavoro del suo staff, di riprendere al più presto la regolare attività”.

In panchina il vice Martusciello

In panchina ci sarà Martusciello, che conosce Giovanni Martusciello, che conosce Maurizio Sarri da sette anni, dai tempi in cui giocava all’Empoli, e due volte aveva rifiutato l’offerta di seguirlo come vice al Napoli e al Chelsea proprio per rispettare la parola con i toscani.

“Sono molto contento, io ho grande stima di Giovanni” ha detto alla Gazzetta dello Sport il presidente dell’Empoli, fabrizio Corsi, il primo che gli ha dato fiducia inserendolo a fine carriera nello staff tecnico.

Martusciello, che nel primo anno di Sarri a Empoli non era troppo convinto dei suoi metodi innovativi ma poi ha mantenuto un rapporto di amicizia profonda con il tecnico bianconero, cura i dettagli della parte difensiva. In Serie A ha già allenato l’Empoli, senza riuscitre ad evitare la retrocessione. In quel momento si assunse pubblicamente tutte le colpe davanti a giornalisti e tifosi.

Parlando di allenatori, arriva anche la solidarietà di Roberto Mancini, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana e collega di Sarri: “Ti aspettiamo, in bocca al lupo per una completa guarigione”, il cinguettio su Twitter dell’ex nerazzurro.