Napoli, Ancelotti: “Alcuni tifosi sono stati ignoranti con me, stasera potevamo far meglio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:31

Il Napoli vince e conquista tre punti sofferti al Franchi in cui la prima mezz’ora ha dominato la Fiorentina, poi partita a folate e un rigore dubbio assegnato ai partenopei che Insigne realizza. Lo scugnizzo napoletano fa doppietta e si unisce alle marcature di Mertens e Callejon. Pioggia di gol e in Toscana finisce 4-3 con i viola che non mollano mai davanti al pubblico di casa che assiste incredulo alla sconfitta. Protagonista assoluto il Var, oggetto di analisi e polemiche in merito ad alcune azioni.

Ancelotti: “Il Napoli ha fatto quattro gol subendone tre, più che un attaccante serve un difensore”

Ancelotti, nel post gara, si dice contento per i tre punti ma il suo Napoli ha subito qualcosa di troppo stasera. Siamo all’inizio e il tecnico lo sa, ma è anche consapevole del fatto che determinate disattenzioni alla lunga si pagano. Le sue parole a fine partita:

Come ha visto il Napoli stasera, al di là degli errori e delle polemiche arbitrali?

Alla fine ci siamo messi con tre centrocampisti, le ambizioni del primo tempo ci hanno condizionato nell’intensità della ripresa. Non abbiamo difeso bene, ma davanti le cose sono state fatte al meglio. Dal punto di vista del campo Firenze è una piazza ostile: ho preso novanta minuti di insulti, dopodiché non ce l’ho fatta più ed ho detto ad alcuni tifosi di andare a casa che era ora. Mio padre era tifoso della Fiorentina, i viola sono splendide persone. Gli ignoranti, stasera, erano dietro la mia panchina.

Cosa deve migliorare questa squadra?

Oggi abbiamo concesso molto in difesa, ma abbiamo realizzato anche quattro gol in trasferta. Direi che, dopo stasera, più che un attaccante servirebbe un difensore (ride). Questa è una squadra che può lottare per vincere, i ragazzi hanno dato il massimo stasera. Va sistemato qualcosa ma avremo tempo di farlo.

Domenica c’è già la Juventus…

Sì, ci giocheremo il campionato contro di loro quest’anno. Sono fortissimi e il cambio di allenatore non inficerà sulla loro mentalità. Anzi ne approfitto per fare gli auguri di pronta guarigione a Sarri, spero di vederlo di nuovo in panchina. Anche se domenica, purtroppo, non ci sarà. Comunque il Napoli, questo Napoli, può dare grandi soddisfazioni e lo dimostrerà”.