Una settimana di allenamenti intensi per dimostrare che è pronto a scendere in campo domani contro il Tolosa in Ligue 1. Neymar vuole tornare a giocare, gli manca la partita, la competizione, scalpita. C’è però in ballo il suo futuro ed una situazione molto confusa con tre club, Real Madrid, Barcellona e Juventus in attesa di risposte dal PSG, e anche l’animo del brasiliano non deve essere dei più sereni.

Tuchel parla chiaro: “E’ pronto ma se la situazione non è chiara, non gioca”.

Non è una minaccia quella del tecnico tedesco del Paris Saint-Germain ma una presa di posizione nei confronti di tutte le parti in causa e dello spogliatoio. In conferenza stampa alla vigila della sfida di domani contro il Tolosa, il tecnico è stato chiaro: “La situazione tra il club e Neymar in questo momento non è chiara. Se resta così domani non gioca”. Trasparente e lineare Tuchel non si è tirato indietro alle domande su O’Ney, praticamente l’argomento principale di tutta la conferenza.

Il tecnico dei parigini ha poi aggiunto: “Neymar si è allenato bene tutta la settimana con il gruppo. Ha dato buone risposte ai test fisici, sta molto bene fisicamente, per questo motivo è pronto a scendere in campo”. A chi gli ha chiesto se l’eventuale ingresso in campo contro il Tolosa possa significare che resta al PSG, Tuchel ha risposto: “Dovete chiedere a Leonardo e al club. Per quanto mi riguarda, lo ribadisco, gioca solo se la situazione viene chiarita”. 

E di questioni in ballo ce ne sono diverse, la pressione degli ultras che contestano pesantemente il brasiliano affinché vada via dal Paris, il tentativo della società, secondo la stampa francese di ricucire i rapporti con l’attaccante e proseguire insieme la stagione. Poi le incognite del mercato che restano tali.