Juventus, tifosi in rivolta social: “Togliete la stella di Conte dallo Stadium”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40

Conte attaccato dai tifosi juventini. Le rivalità sono da sempre una parte nevralgica del calcio e quella che Juventus e Inter vivono è paragonabile all’intensità di un derby tra club della stessa città. Il trasferimento di Antonio Conte, prima giocatore e poi allenatore della Vecchia Signora, ha lasciato un forte amaro in bocca per tutti i sostenitori bianconeri.

Ieri sera, il tecnico pugliese ha debuttato in campionato contro il Lecce, ma non con le classiche tinte che ha indossato per gran parte della carriera, bensì con quelle nerazzurre. Il 4-0 rifilato alla neo promossa non ha solo mostrato la forza della squadra, ma anche la gioia dell’ex ct della Nazionale per ogni rete realizzata.

Juventus, l’ira sui social dei tifosi bianconeri

Al termine del match, sono stati numerosissimi i messaggi indirizzati ai danni di Antonio Conte. Quelli provenienti dal mondo juventino hanno lasciato spazio ad ira, rabbia, delusione e sdegno. “Non avrei mai pensato di dirlo ma Conte mi fa davvero schifo!! Ha ragione Agnelli che non lo ha più voluto vedere nemmeno ricoperto d’oro!!!”, scrive una ragazza su Twitter. Il potere dei Soldi...fanno venire la vista ai “cecati”…… buffone!!!!”. “È semplicemente un TRADITORE ha calpestato i nostri colori è tutto ciò che riguarda il mondo Juve, poteva andare ovunque ma non all’Inter, società che ha defraudato la Juve mandandola in serie B”, aggiungono altri due tifosi.

Non sono mancati i paragoni con la scelta fatta da Maurizio Sarri di passare alla Juventus dopo il suo trascorso al Napoli: “Non è la stessa cosa. Conte è stato capitano, allenatore, anti interista. Non è mai stato realmente juventino, almeno questo si può dire? Per quanto mi riguarda, via la stella dallo Stadium e apposto così”. Diverse le richieste di togliere il suo nome dallo stadio bianconero, tante da far nascere una petizione. Il 6 ottobre andrà in scena Inter-Juventus e gli animi sono già infuocati a oltre un mese di distanza.