Icardi, Pistocchi pubblica i documenti della vertenza all’Inter FOTO

Sembrava che la situazione di Maurito Icardi all’Inter si stesse schiarendo, ed invece è scoppiata la guerra. Stavolta si fa sul serio. L’attaccante argentino ha denunciato l’Inter, chiedendo il reintegro immediato in squadra e un risarcimento di 1,5 milioni. A corredo dell’atto giudiziario 50 pagine di motivazioni, tra queste l’esclusioni dalle “chat” di squadra con la comunicazione degli orari degli appuntamenti e l’esclusione da alcuni eventi pubblicitari in cui era prevista la presenza di Icardi, stando al suo contratto. La rivelazione è arrivata questa mattina dalla “Gazzetta dello Sport“, ma successivamente il giornalista Maurizio Pistocchi ha pubblicato sul suo profilo Twitter le pagine della denuncia, una per una. Dati sensibili coperti, ma si può leggere il testo integrale dell’atto con cui Icardi dichiara guerra alla sua società.

L’addio di Icardi all’Inter ora è in discussione

Altri particolari sull’atto giudiziario di Icardi arrivano dal “Corriere dello Sport“: si parla di “«comportamenti vessatori», elenca tutte le sedute in cui è stato costretto ad allenarsi con altri «esuberi», produce 41 prove, tra documenti, video e articoli e chiama a testimoniare tutti i compagni. Si rifà all’articolo 7.1 dell’Accordo Collettivo dei calciatori e cita il portiere Puggioni del Chievo e il difensore Albertazzi del Verona come casi simili al suo, vinti poi dai giocatori”, si legge. Mossa pericolosa da parte di Icardi, che mette comunque l’Inter alle strette. Ed è difficile ipotizzare che il presunto addio dell’attaccante si possa realmente concretizzare da qui a lunedì alle 22, quando terminerà il calciomercato. L’Inter aveva dato disponibilità a rinnovargli il contratto di un anno per mandarlo in prestito all’estero, ma dopo questa mossa di Icardi difficilmente ci sarà questa possibilità.

 

Ecco il tweet del giornalista Maurizio Pistocchi

http://

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *