De Ligt, momento negativo: tanti errori in Germania-Olanda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

Dopo un anno da protagonista in campo e sul mercato, Matthijs De Ligt non ha iniziato bene la nuova stagione. Maurizio Sarri lo ha schierato da titolare contro il Napoli alla seconda giornata di Serie A ed è stato un disastro: c’è infatti il suo zampino, in senso negativo, in tutti e tre i gol presi dai bianconeri nel secondo tempo. Per fortuna ci ha pensato Kalidou Koulibaly, ma nella porta sbagliata, a risolvere la situazione.

Chiaramente l’olandese deve attraversa un normale periodo di ambientamento. Finora ha giocato soltanto in Eredevisie, oltre alla Champions League, e adesso si è ritrovato catapultato in un calcio completamente diverso. Ma la prestazione negativa in Juventus-Napoli l’ha ripetuta anche con la maglia della Nazionale ieri sera in GermaniaOlanda.

Gli oranje sono comunque riusciti a vincere 4-2, ma De Ligt ha causato il rigore del momentaneo 2-2 e ha fatto diversi errori di concentrazione e posizionamento. Segnale evidente che in questo periodo non è tranquillo e che deve rimettersi sulla via giusta. Koeman, commissario tecnico olandese, in questi giorni aveva sottolineato gli errori del ragazzo con la Juventus ma poi ha ammesso che ha bisogno di tempo per adattarsi.

De Ligt presente e futuro della Juventus

A causa del brutto infortunio di Giorgio Chiellini, Sarri ha dovuto rivedere le sue gerarchie e, per affiancare Leonardo Bonucci, non poteva non scegliere l’investimento più caro dell’estate juventina. De Ligt, infatti, che inizialmente sembrava destinato prima al Barcellona e poi al Paris Saint-Germain, alla fine ha scelto l’Italia: 75 milioni il costo dell’operazione con l’Ajax, 7,5 milioni lo stipendio. Cifre molto importanti per un calciatore considerato il futuro d’Europa nel su ruolo.

La Juventus aveva bisogno di svecchiare la difesa visto che Chiellini e Bonucci ormai hanno la loro età. Detto, fatto: il capitano si è infortunato gravemente al ginocchio e non rientrerà prima della fine del 2019 e anche oltre. Per fortuna Fabio Paratici si è mosso bene in quella zona di campo e, oltre a De Ligt, ha preso anche Merih Demiral, che è un giocatore molto importante. Senza dimenticare Daniele Rugani, pur sempre una buona riserva.