Inzaghi incontra Piatek. Da 7 anni, intorno alla maglia numero 9 del Milan sembrerebbe essere sorta una maledizione. Nella stagione 2011-2012 Pippo Inzaghi ha appeso gli scarpini al chiodo, lasciando anche la sua 9 libera. Dall’anno successivo una serie di delusioni si sono susseguite con quel numero sulle spalle: Pato, Matri, Destro, Torres, Luiz Adriano, Lapadula, André Silva e Higuain. Otto nomi che hanno portato più rabbia che gioie.

Piatek con la 9, la maledizione continua?

All’inizio di questa stagione il polacco ha deciso di cambiare il numero sulle proprie spalle e di prendere proprio la tanto discussa 9. Dopo un campionato da sogno lo scorso anno, ora l’ex Genoa ha iniziato male. Nessun gol nel pre campionato, a secco anche in Serie A con valutazioni molto basse, il tutto condito da una sconfitta con la sua Polonia.

Inzaghi, per riuscire a eliminare definitivamente i fantasmi intorno alla casacca che gli ha regalato le emozioni più grandi della sua carriera, ha dichiarato: “Scherzavo ieri sera con Francesco Conti che è il vice di Giampaolo e un amico: gli ho detto che andrò a Milanello e gliela darò personalmente se servirà a cancellare questa presunta maledizione. Mi auguro che Piatek faccia bene e che il Milan abbia un centravanti in grado di fare goal”.

Poi ha concluso: “Lui mi piace, ha spirito e voglia di combattere, spero che si prenda le soddisfazioni che merita con questa maglia”. Vedremo se l’intervento del Campione del Mondo nel 2006 riuscirà a far sbloccare il centravanti polacco e se eliminerà definitivamente una storia che il Milan si porta dietro da troppi anni.