Gian Piero Gasperini da oggi è cittadino onorario di Bergamo. Quest’oggi il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha ricevuto l’onorificenza di cittadino onorario della città di Bergamo. Nei giorni scorsi la proposta avanzata dallo stesso sindaco della città, Giorgio Gori, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale. Lo stesso Consiglio, oggi, durante una seduta straordinaria, ha conferito al tecnico piemontese la cittadinanza onoraria. Alla cerimonia hanno preso parte i familiari e non solo. In municipio erano presenti anche il presidente dell’Atalanta, Antonio Percassi, e il direttore operativo, Roberto Spagnolo.

Gasperini: “È il regalo più bello della mia vita”

Durante la cerimonia Gasperini ha espresso tutta la sua gratitudine per l’investitura ricevuta: “Vogliamo vivere altre emozioni, forse ancora più forti, abbiamo voglia di dare entusiasmo e felicità alla gente, perché in tutta questa storia quello che ci ha più emozionato è stata la felicità negli occhi dei tifosi. Per me non è un premio, ma il regalo più bello della mia vita”.

Dopo un terzo e un settimo posto, lo scorso anno Gasperini ha guidato i bergamaschi ad impresa storica. Per la prima volta nella sua storia, infatti, l’Atalanta è riuscita a conquistare l’accesso in Champions League. Un traguardo inimmaginabile fino a qualche anno fa. Un’annata, quella passata, che ha visto l’Atalanta ottenere anche una finale di Coppa Italia, poi persa contro la Juventus. Il sindaco di Bergamo, dunque, ha voluto premiarlo: “Divertimento, emozione, orgoglio: sono solo alcune delle emozioni che abbiamo condiviso in questi tre anni. I risultati straordinari dell’Atalanta sono merito della società e dei giocatori, ma tutti abbiamo riconosciuto quel contributo in più che è venuto proprio da mister Gasperini: con la cittadinanza onoraria vogliamo riconoscergli la nostra gratitudine per tutto quello che ha fatto”.