Comincia bene l’Under21 di Nicolato, l’Italia riprende il cammino verso gli Europei di categoria in Ungheria e Slovenia. Il 2021 è ad un passo e, nel frattempo, gli azzurri dovranno macinare risultati e prestazioni. Si riparte da Castel di Sangro, di fronte c’è il Lussemburgo: occasione per tornare a masticare quel calcio che conta e mettere altri minuti nelle gambe ad inizio stagione. La delusione per non aver raggiunto la finale, all’interno del torneo continentale recentemente disputatosi nello Stivale, sembra esser stata digerita.

Italia-Lussemburgo: Nicolato ritrova Zaniolo e Kean

Non saper rimediare ad una sconfitta è peggio della sconfitta stessa: gli azzurrini hanno preso alla lettera la massima e, contro il Lussemburgo, non si sono risparmiati. Cinque a zero il passivo e parecchie cose positive viste in campo, a cominciare dai ritorni di Zaniolo e Kean (che ha iniziato parallelamente il suo percorso in Premier League con l’Everton): “Loro sono fondamentali per il gruppo – ha detto Nicolato alla vigilia dell’incontro – non potrò mai considerarli ingombranti”.

Italia-Lussemburgo: buona la prima, verso Ungheria e Slovenia la strada è ancora lunga

Infatti, le scelte in campo hanno dato ragione al commissario tecnico subentrato a Di Biagio: nella manica inferta ai lussemburghesi, c’è anche il sigillo dell’ex bianconero che ha segnato su rigore. Così come Locatelli. Hanno completato l’opera, arrotondando il punteggio in positivo, le segnature di Sottil e Tumminello. Buona la prima, dunque. Nicolato può dirsi soddisfatto, anche se siamo solo all’inizio, d’altronde chi ben comincia è a metà dell’opera.