Napoli, De Laurentiis tuona sul San Paolo: “Lo Stato intervenga”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:06

Napoli, Aurelio De Laurentiis attacca: “Faccio manutenzione allo stadio da 15 anni”. Prosegue la polemica legata alle condizioni degli spogliatoi del San Paolo. Dopo le dure parole di Carlo Ancelotti, anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto sulla questione. Ai microfoni di Sky Sport, il patron degli azzurri ha dichiarato: “Non sono polemiche quelle sugli spogliatoi, bensì lamentele che sto esternando da 15 anni. Pur non potendo sostituirmi al comune nel fare i lavori, io per 15 anni ho continuato a fare manutenzione di parti dello stadio, tipo per i tornelli. Li pagammo noi, e me li hanno rimborsati dopo circa 9 anni, senza neanche saldare il conto totale”.

De Laurentiis: “In 15 giorni avrei rifatto gli spogliatoi”

De Laurentiis, poi, ha proseguito sottolineando che qualora fosse stato dato a lui l’incarico di ristrutturare gli spogliatoi, il tempo impiegato sarebbe stato decisamente inferiore: “Ci avrei messo 15 giorni a rifare gli spogliatoi. Lo Stato si svegli. Adesso c’è un commissario, e il problema è quello dei soldi dati dall’UE alla Regione. Al Comune hanno avuto tre mesi per fare degli spogliatoi. E ancora oggi li aiutiamo mentre loro ci dicono di farlo di nascosto”.

Sabato sera il Napoli affronterà la Sampdoria al San Paolo. Per gli azzurri si tratterà del primo match casalingo della stagione. Nei giorni scorsi, dopo lo sfogo di Ancelotti, il Commissario Straordinario delle Universiadi, Gianluca Basile, ha provato a placare gli animi dichiarando che entro venerdì gli spogliatoi saranno puliti e consegnati. Parole, queste, che sono valse a poco, specie dopo il video diffuso in mattinata dal Napoli. La società partenopea ha pubblicato un filmato sulla sua pagina Twitter con il quale sono state mostrate le disastrose condizioni in cui versano gli spogliatoi dello stadio. Una situazione difficile che la società spera possa risolversi quanto prima.