Ha giocato nel Monaco di Claudio Ranieri e James Rodriguez, si ispira da sempre a Thierry Henry e ora è il nuovo attaccante del Cosenza. Colpo sensazionale per la squadra calabrese di Serie B: l’ex Newcastle arriva da svincolato dopo la scadenza del contratto col Metz, club con cui ha vinto la scorsa Ligue 2.

Ufficiale da poche ore, Riviere si è messo a disposizione di Piero Braglia e ha già svolto il primo allenamento. L’attaccante francese di 29 anni è pronto per questa nuova importante (e affascinante) avventura dopo tante altre esperienze in carriera: Saint-Etienne, Monaco, Newcastle, Osasuna, Metz e adesso l’Italia, al Cosenza, la più inattesa. Sostituirà Tutino, passato al Verona tramite il Napoli. Una prima punta di peso ma con una buonissima tecnica, infatti qualche volta è stato utilizzato anche da esterno. Ma lui è un bomber e vanta 58 gol in carriera.

Chi è Emmanuel Riviere, nuovo bomber del Cosenza

Porterà al Cosenza reti e tanta esperienza: un’arma importante per Braglia che ora dovrà trovare il modo di metterlo nelle condizioni migliori. Come detto, è un centravanti molto moderno, in grado di fare reparto da solo. Può giocare indifferentemente da solo in avanti oppure in coppia, sia con una seconda punta che con un altro attaccante perché, all’occorrenza, può fare lui l’uomo di raccordo col centrocampo.

L’anno più importante per lui è certamente il 2013: l’anno prima ha accettato l’offerta del Monaco in B, subito la promozione e poi il sogno in una squadra piena di stelle. Già citato James, ma anche Falcao, Martial, Berbatov, Carrasco e Mourinho. Riviere trova spazio e lo sfrutta con 13 gol, è il miglior marcatore e i monegaschi arrivano al secondo posto dietro al PSG. Non va benissimo in Premier col Newcastle a causa dei tanti infortuni, poi Osasuna e infine Metz, dove ritrova una buona condizione.