Napoli-Liverpool, Ancelotti: “Klopp stai sereno, perdi qui e vinci in finale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:35

Miglior esordio non poteva esserci per il Napoli che vince 2-0 contro i campioni in carica del Liverpool, cominciando sotto i migliori auspici questo percorso in Champions League. La partita è stata equilibrata e vivace, ricca di spunti e occasioni, la decidono Mertens e Llorente. Un finale piuttosto acceso, decisivo nel recupero lo spagnolo e la partita è chiusa. Ancelotti può sorridere, per ora. Così come tutto il San Paolo. Il commento del mister partenopeo:

Dopo i primi minuti che eravate in difficoltà che ha pensato?

“Col Liverpool è difficile sempre. Il primo tempo abbiamo perso qualche pallone, abbiamo cercato di verticalizzare un po’ di più. Ci siamo messi lì senza fronzoli e abbiamo difeso, le due occasioni gol le abbiamo sfruttate al meglio nel finale. Quando serviva, insomma”.

Questa era la gara della consapevolezza per il Napoli?

“Siamo una squadra con tanta qualità e vogliamo crescere. Mi è piaciuto come abbiamo gestito quando non eravamo in controllo. Mettere palla lunga non è una bestemmia, ci abbiamo provato con Llorente. Ci siamo riusciti. Ora dobbiamo mantenere tutti motivati. Mandare in tribuna qualcuno è sempre un dispiacere con le regole Uefa, bisogna scegliere bene”.

Napoli-Liverpool, Ancelotti: “Mi è piaciuto come abbiamo reagito nelle difficoltà”

Napoli trionfa contro il Liverpool
Mertens in gol contro il Liverpool (Getty Images)

Quarta volta che batte i campioni in carica, come si sente?

“La partita era stata impostata per giocare in profondità e gestire risorse. C’è stato il sacrificio della squadra a difendere bassi. A volte nel calcio bisogna sapersi adattare e l’abbiamo fatto al meglio. Con la disponibilità da parte di tutti si può arrivare ovunque, ho ricevuto ottime risposte e questo mi ha ripagato ogni volta in carriera”.

Tatticamente come l’ha gestita?

“L’idea è pressare alti quando siamo in fiducia. A volte lo puoi fare e a volte no. Bisogna cambiare in corso mantenendo la stessa identità. Mi è piaciuta la partita sporca fatta dal Napoli nelle difficoltà”.

Una partita nel campionato italiano alla stessa velocità è possibile?

“Loro fanno ribaltamenti micidiali. Ci vuole un avversario all’altezza sempre, i nostri quattro dietro sono stati formidabili. Anche Di Lorenzo, non ha mai giocato in Champions ma la prima l’ha fatta bene. Speriamo di continuare sempre così quando ce ne sarà bisogno. Anche in campionato, se dovesse capitare”.

Cosa ha detto a Klopp alla fine della gara?

Gli ho detto: ‘Stai tranquillo che, se perdi qui, poi vinci la Champions League!’ (Ride ndr)

Leggi anche –> Napoli, Insigne: “Ho un sogno, vincere la Champions. Scudetto? Possiamo farcela”