Verona-Milan, e gli ululati a Lukaku: nessuna sanzione del Giudice sportivo

Il Giudice Sportivo non ha sanzionato la tifoseria dell’Hellas Verona per i presunti cori razzisti nei confronti di Franck Kessie e quelli per discriminazione territoriale ai danni di Gianluigi Donnarumma. Il club neo promosso in Serie A, dunque non sarà tenuto a pagare alcun tipo di ammenda per il caso nato negli scorsi giorni.

Romelu Lukaku vittima di cori razzisti
Romelu Lukaku vittima di cori razzisti

Cagliari-Lukaku, nessuna ripercussione per i sardi

Il Giudice Sportivo si è espresso anche in merito alla vicenda che ha visto come protagonista Romelu Lukaku e la tifoseria del Cagliari. La percezione dei cori razzisti nei confronti del belga non è stata ritenuti sufficientemente valida per applicare una sanzione al club rossoblu.

Il comunicato recita: “Considerato che la Questura di Cagliari ha segnalato che nelle fasi antecedenti il calcio di rigore, e solo in quella occasione, dal settore “Curva Nord”, si sono levati cori, urla e fischi nei confronti dell’atleta avversario Lukaku e che in tale circostanza dalla zona posta a sinistra sono stati percepiti alcuni versi da parte di singoli spettatori, che però non sono stati intesi dal personale di servizio come discriminatori a causa dei fischi e delle urla sopra menzionati; ritenuto che non possono essere integrati i presupposti, in termini di dimensione e reale percezione,  per la punibilità a titolo di responsabilità delle condotte in questione. Il Giudice Sportivo delibera di non applicare sanzioni a carico della Società Cagliari“.

Leggi anche -> Verona, il club nega cori razzisti contro Kessie: “Solo fischi, inevitabili per l’arbitro”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *