Fa Cup, cori razzisti al portiere: i compagni lasciano il campo

Yeovil Razzismo

L’ennesimo episodio di razzismo colpisce il mondo del calcio. Questa volta lo scenario è la FA Cup, la famosa e più antica coppa d’Inghilterra. Oggi pomeriggio si sono giocate le partite del quarto turno, tra cui la sfida Haringey Borough e Yeovil che non è stata portata a termine. Al minuto 65 infatti una parte di tifosi ospiti ha rivolto insulti razzisti verso Vincent Douglas Pajetat, portiere camerunense dell’Haringey che era pronto a parare un calcio di rigore. Dopo il penalty segnato però i suoi compagni hanno deciso di abbandonare il campo per protesta, come riferisce il Mirror.

Fa Cup, partita sospesa per razzismo

Una scena vergognosa che ha costretto i padroni di casa ad andare negli spogliatoi e l’arbitro a sospendere la partita. Uno dei giocatori, Rowe, prima di uscire dal campo è andato dritto verso il settore ospiti, ma è stato fermato dagli steward. Nel frattempo il capitano dell’Yeovil ha provato senza successo a calmare i suoi tifosi. L’Haringey, dopo una ventina di minuti, è rientrato sul terreno di gioco ma unicamente per mostrare solidarietà a Pajetat, senza riprendere il gioco.

Una vicenda che è finita subito sotto esame, con la FA che tra poco prenderà una decisione e potrebbe anche squalificare l’Yeovil (quinta serie inglese), in quel momento avanti 1-0 dopo il rigore realizzato. L’episodio è stato motivato dagli account social dell’Haringey, che hanno spiegato il loro gesto: “La partita è stata abbandonata dopo un episodio di rarzzismo. Va detto che il 99.9% dei tifosi dello Yeovil erano disgustati tanto quanto lo eravamo noi. Un club, una comunità”.

Leggi anche – Bulgaria-Inghilterra, arrestate sei persone per abuso di razzismo. Indaga la Uefa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *