Premier League, risultati 19 ottobre: vince il Chelsea, Alli salva il Tottenham

Premier League, risultati 19 ottobre: vince il Chelsea, Alli salva il Tottenham

Si salva solo in extremis il Tottenham di Pochettino, in svantaggio per quasi tutta la partita in casa contro il Watford, ancora senza vittorie in Premier League. Agli ospiti bastano sei minuti per sbloccare la partita con Doucuré. Gli Spurs incassano un gol nei primi dieci minuti di gioco per la seconda partita di fila in Premier League: non succedeva dal 2014. Il gioco della squadra nel primo tempo è praticamente inesistente, i fischi all’intervallo diventano una naturale conseguenza. Gioca meglio sulle fasce il Tottenham nella ripresa, ma il pareggio arriva solo negli ultimi minuti con la rete in mischia di Dele Alli, convalidata dopo verifica al VAR. Anche se in un primo momento sugli schermi nello stadio compare la scritta “no goal”: un momento di confusione non così usuale.

Vincono Everton e Chelsea

Nonostante il 70% di possesso, il Chelsea crea poche occasioni nel primo tempo, ben chiuso dal 4-5-1 del Newcastle. Nel secondo tempo, Willian traccia un cross preciso per Abraham che però vede il suo colpo di testa rimbalzare sulla traversa. Il gol arriva al minuto Callum Hudson-Odoi (18 anni e 346 giorni) è il secondo giocatore più giovane a fornire almeno un assist in tre partite di fila in Premier League, dopo Michael Owen nel gennaio 1998. Callum-Odoi serve Alonso che sblocca la partita da posizione angolata. E regala i tre punti ai Blues.

Premier League, risultati 19 ottobre: vince il Chelsea, Alli salva il Tottenham

L’Everton interrompe una striscia di quattro sconfitte di fila con il 2-0 al West Ham al Goodison Park: decidono l’assolo da applausi di Bernard nel primo tempo e il gran gol nel recupero di Gylfi Sigurdsson.

Vince in rimonta il Leicester, che supera 2-1 il Burnley. Dopo il vantaggio di Wood, pareggia Jamie Vardy che segna il suo quindicesimo gol nella gestione di Brendan Rodgers, due in più di ogni altro calciatore dei Foxes. Tielemans completa la rimonta, il VAR annulla il gol del possibile 2-2 ancora di Wood per fallo su Evans.

Con lo stesso andamento, anche l’Aston Villa batte 2-1 il Brighton. Webster porta in vantaggio gli ospiti, che però un quarto d’ora dopo restano in 10 per l’espulsione di Mooy, primo australiano a ricevere un cartellino rosso in Premier League dal 2016. I Villans pareggiano con Grealish che va in gol per la seconda partita di fila: aveva segnato solo una rete nelle sue prime 41 presenze. E al 94′ completano la rimonta grazie a Matt Target.

Pareggiano Bournemouth e Wolverhampton

Jimenez cancella l’effetto del gran tiro di Ings nel pareggio 1-1 tra Wolverhampton e Southampton. Il Wolves ha centrato il 25mo pareggio nella centesima partita in casa nell’era della Premier League. Nelle altre gare ha registrato 34 vittorie e 41 sconfitte: solo West Bromwich (45) e Crystal Palace (44) ne hanno perse di più.

Finisce 0-0 Bournemouth-Norwich: è solo il nono pareggio senza gol in oltre quattro anni in Premier League per i Cherries.

LEGGI ANCHE -> Tottenham, Son racconta il derbt fra le due Coree

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *