Salisburgo-Napoli, Ancelotti: “Insigne? Glielo avevo detto che sarebbe stato determinante”

Salisburgo-Napoli, Ancelotti: "Insigne? Gliela avevo detto che sarebbe stato determinante"

Champions League, Salisburgo-Napoli 2-3. Alla Red Bull Arena di Salisburgo il Napoli prolunga l’imbattibilità europea, conquistando un altro successo. A decidere il match le reti di Mertens (doppietta) e Insigne. Serata speciale per il belga che, prima ha raggiunto, e poi superato Maradona nella classifica dei gol segnati con la maglia del Napoli. Grazie a questo risultato i partenopei consolidano il primato in classifica, portandosi a quota 7 (a +1 sul Liverpool e +6 sul Salisburgo).

Ai microfoni di Sky Sport, Carlo Ancelotti ha commentato così la vittoria dei suoi ragazzi: “Mi aspettavo questo, per vincere qui bisognava sacrificarsi molto, giocare con intelligenza. È stata una partita bella, ci siamo stati per tutti i 90′ anche soffrendo, un ottimo risultato” 

Il tecnico del Napoli ha proseguito parlando delle tante critiche ricevute in questi giorni per l’assenza di personalità: “Risposta importate, nella gestione della partita. Abbiamo iniziato con piglio, siamo andati in vantaggio, abbiamo sofferto, poi l’abbiamo ripresa. Insigne ha fatto un bellissimo gol. È stata una bellissima serata”

Ancelotti: “La qualificazione è ancora lontana”

Sul discorso qualificazione, poi, Ancelotti è stato chiaro: “Gli ottavi non sono ancora alla portata. Abbiamo il vantaggio di aver vinto la prima partita contro il Salisburgo, e di giocare la seconda. Si può fare meglio” 

Su Mertens, il tecnico azzurro ha detto: “È stata la serata migliore per lui, e per noi. Il Napoli è tornato a vincere dopo tre anni in una trasferta di Champions League. Piedi per terra e pensiamo alla prossima”

Insigne nel post gara col Salisburgo
Insigne nel post gara col Salisburgo (Getty Images)

Su Insigne, Ancelotti ha confessato: “Glielo avevo detto che sarebbe stato determinante. Gli ho detto che avrebbe determinato la partita e lo ha fatto” 

Il tecnico del Napoli, poi, ha concluso spiegando cosa lo rende felice dopo questa partita: “Mi rende felice il fatto di poter competere, il Salisburgo è una squadra molto temibile e pericolosa, ne sappiamo qualcosa. Gli abbiamo tenuto testa utilizzando tutte le nostre energie”.

Leggi anche -> Champions League, highlights Salisburgo-Napoli: gol e sintesi partita – VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *