Infortunati Juventus: Pjanic, nessuna lesione. Alex Sandro, esami mercoledì

Infortunati Juventus: Pjanic, nessuna lesione. Alex Sandro, esami mercoledì
Infortunati Juventus: Pjanic, nessuna lesione. Alex Sandro, esami mercoledì

Ancora una volta la sosta per le Nazionali si è rivelata fatale. In questo caso a farne le spese è stata la Juventus. I bianconeri, infatti, hanno dovuto fare i conti con gli infortuni di Miralem Pjanic e Alex Sandro. Il centrocampista bosniaco, venerdì, in occasione del match valevole per le qualificazioni a Euro 2020 tra Bosnia e l’Italia, è stato costretto ad abbandonare il campo anzitempo a causa di un risentimento muscolare. A fine partita il bosniaco ha dichiarato: “Spero non si tratti di nulla di grave, ho questo piccolo problemino che mi trascino da un po’ e spero di essermi fermato in tempo per evitare problemi peggiori”. 

Pjanic: escluse lesioni. Alex Sandro rientrerà a Torino mercoledì prossimo

In seguito a questo infortunio, nella giornata di oggi, Pjanic è rientrato a Torino dove è stato subito sottoposto agli esami strumentali. Dal J Medical sono giunte buone notizie. Gli esiti degli esami, infatti, sono stati positivi: nessuna lesione per il centrocampista bosniaco, solo un affaticamento muscolare. Martedì prossimo, il numero 5 verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti per monitorare lo status dell’infortunio.

Diversa, invece, la situazione di Alex Sandro. Durante il match amichevole tra Brasile e Argentina, il terzino bianconero è stato costretto a lasciare il terreno di gioco al 19′ della ripresa per una lesione muscolare all’adduttore della coscia destra. A differenza di Pjanic, il brasiliano rimarrà in ritiro con la Nazionale, ma non prenderà parte al match che martedì prossimo vedrà impegnato il suo Brasile contro la Corea del Sud. Alex Sandro è atteso alla Continassa mercoledì, quando verrà sottoposto ad ulteriori esami. Solo in seguito sarà possibile quantificare i tempi di recupero del brasiliano.

Leggi anche -> Alex Sandro infortunio con il Brasile: problema all’adduttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *