Milan-Napoli, Pioli: “Classifica e tifosi, le motivazioni per vincere”

Stefano Pioli in conferenza stampa per Milan-Napoli
Stefano Pioli in conferenza stampa per Milan-Napoli

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Napoli, partita valida per la tredicesima giornata di Serie A e in programma alle 18:00. I rossoneri sono alla ricerca disperata di punti dopo un pessimo inizio di stagione. Dall’altra parte, il Napoli di Ancelotti è reduce da un caso mediatico dopo l’ammutinamento dei giocatori al ritiro imposto dal presidente De Laurentiis e la vittoria che manca da ormai un mese.

Pioli ha risposto alle domande dei giornalisti partendo dalla condizione della rosa: “A me le soste non piacciono, ma sono contento di come sono rientrati i ragazzi. Stanno bene fisicamente e mentalmente, solo Rodriguez è acciaccato“. Poi ha proseguito: “Noi non parliamo di mercato ora. Siamo concentrati sulla partita difficile e molto importante per domani. I tifosi non ci hanno mai fatto mancare il sostegno e domani saranno 60.000, non possiamo deluderli e dovremo dare il 200%”.

Sul Napoli ha aggiunto: “Noi ripartiamo dalla prestazione contro la Juventus. Abbiamo dimostrato di avere valori e non so se è più facile giocare una squadra forte. Il Napoli è un club attrezzato a vincere il campionato, hanno tante qualità, ma noi dobbiamo dimostrare di non aver paura di nessuno”.

Pioli sugli infortuni, Napoli e Ibrahimovic

In merito a Caldara ha aggiunto: “Sta meglio ma non è pronto. Oggi si allena con la primavera perchè domani giocherà con loro, ha bisogno di ritmo. In 2 settimane potrebbe essere alla pari dei compagni. Più giocatori ho a disposizione meglio sarà per noi perchè saremo più competitivi. Conti e Bonaventura stanno bene e saranno a disposizione domani. Sarà importante recuperare anche Kessie, l’ho visto bene ieri e spero di ritrovarlo in condizione anche per la partita, non chiudo la porta a nessuno, tutti sbagliano e dipende da loro di mettersi nelle condizioni giuste e a disposizione”.

Su Piatek ha aggiunto: “Nella sosta ho avuto tutto il tempo necessario per osservare quello che ha fatto in campo contro la Juve. Piatek deve essere servito in area e più palloni gli forniremo, meglio sarà”, ha detto Pioli sull’attaccante polacco in difficoltà realizzativa.

In merito alla situazione del Napoli ha dichiarato: “Io non posso giudicare quello che è successo in un’altra squadra, ma io penso che daranno sempre il massimo, ma noi non saremo da meno. Ogni partita è quella della svolta, questa non è più importante delle altre. Le motivazioni sono tante, perchè affrontiamo una grande squadra, con i punti da recuperare e tantissimi tifosi che ci supportano. Domani faremo una partita seria“.

Su Ibrahimovic ha aggiunto: “Io ho già spiegato cosa penso di Ibra, è professionale e tecnicamente è fortissimo, ma noi dobbiamo pensare al presente perchè siamo a novembre e ci servono punti. Ne parleremo più avanti”.

“La squadra è motivata. Fa tutto in maniera consapevole e vedo dei passi in avanti importanti. Le dichiarazioni di Piatek e Calhanoglu? Non le hanno fatte perchè si sentono poco bene nel Milan, non avevano intenzioni negative”, ha concluso Pioli.

Leggi anche -> Milan, Mr. Li spunta a sorpresa sui social: “Se posso aiutarvi sono qui…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *