Inter, Kulusevski è pronto: “Voglio andare in una grande squadra”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:06
Kulusevski apre all'Inter
Kulusevski apre all’Inter

Il nome del momento è quello di Dejan Kulusevski, centrocampista offensivo di proprietà dell’Atalanta – in forza al Parma – e classe 2000, che sta mettendosi in mostra partita dopo partita. Al punto che, su di lui, ha messo gli occhi l’Inter di Antonio Conte. La duttilità tecnico-tattica del giovane potrebbe tornare utile nello schieramento nerazzurro, ma il ragazzo per adesso pensa soltanto a giocare bene. Il resto verrà da sé, nel caso. Il lavoro paga e i suoi sacrifici stanno portando i frutti sperati: “Il calcio per me è la cosa più bella di tutte”, ha detto. Ecco perchè gioca con una tale scioltezza.

Con la stessa disinvoltura parla del suo modo di giocare, facendo capire non soltanto agli estimatori chi sono i modelli di riferimento a cui tenta di rifarsi: “A chi assomiglio? A nessuno, io mi sento solo Dejan, ma guardo molto De Bruyne e Hazard. Se vedo una loro finta che mi piace, vado in campo e la provo. Di solito vado a destra per poi rientrare, una giocata che provo sempre”, ha detto il centrocampista che poi rivela una sua piccola scaramanzia per affrontare le gare. “Prima di entrare in campo ho sempre un chewing-gum in bocca, che butto via al primo passaggio sbagliato. Ma se non sbaglio nulla lo tengo fine alla fine”.

Inter, senti Kulusevski: “Sono pronto per una big”

Infine Kulusevski affronta l’argomento più atteso: il suo futuro. L’interessamento dell’Inter non è un mistero, ciononostante lo svedese mantiene un equilibrio nei toni: “Non ho mai desiderato diventare il più forte di tutti, ma di certo voglio andare a giocare in una grande squadra. Sono arrivato dove sono arrivato grazie alla testa, non solo all’allenamento e al talento. Se penso tanto gioco male, quindi penso solo a divertirmi, e se mi diverto sono forte. Qualcuno non ha creduto in me, anche alcuni allenatori dicevano che non sarei mai arrivato a certi livelli perchè faccio dribbling. Ma ho sempre pensato fossi io ad avere ragione”, chiosa il giovane fuoriclasse.

Leggi anche –> Parma, Karamoh in ritardo agli allenamenti: sanzioni in arrivo