Champions League, Cairo attacca Agnelli e la Juventus dopo le critiche all’Atalanta

Champions League, Cairo attacca Agnelli e la Juventus dopo le critiche all'Atalanta
Champions League, Cairo attacca Agnelli e la Juventus dopo le critiche all’Atalanta

L’attacco di Andrea Agnelli, presidente della Juventus, all’Atalanta e ai presunti mancati “meriti” per la partecipazione in Champions League, ha generato molte reazioni. Sono arrivate diverse critiche al presidente dei bianconeri: in particolare quella del patron del Torino Urbano Cairo, che tramite La Gazzetta dello Sport ha risposto ad Agnelli.

Champions League per pochi eletti, Cairo critica la Juventus e Agnelli

L’idea di una Champions League “ad inviti” e riservata solo ai grandi club non è mai piacuta al presidente del Torino: “Sinceramente mi sembra assurdo, in questo momento, tornare sull’argomento. Una competizione fatta solo per pochi eletti renderebbe quei pochi club ricchi ancora più ricchi. Si aumenterebbe in modo esponenziale il gap con tutti gli altri club, con un grave danno per la competitività e lo spettacolo – spiega Cairo alla Gazzetta penso alle magie di squadre come Leicester, l’Atalanta o il Getafe, che con questa riforma non potrebbero più ripetersi. Bisogna limitare l’incidenza dei fatturati, non ampliarla. Lo sport è competizione aperta a tutti, ognuno deve avere la possibilità di ottenere dei risultati in base ai meriti tecnici, non economici”.

Leggi anche – Juventus, retroscena sulla lite tra Agnelli e l’Atalanta. C’entra la Superlega

Leggi anche – Agnelli rilancia la Super Champions: “Atalanta dentro e Roma fuori, è giusto?”