Milan, Boban licenziato: il comunicato ufficiale del club rossonero

Milan, Boban licenziato è ufficiale
Milan, Boban licenziato è ufficiale

Zvonimir Boban non è più lo Chief Football Officer del Milan, ora è ufficiale. Risoluzione contrattuale avvenuta per l’ex dirigente rossonero, allontanato dopo l’intervista rilasciata la settimana scorsa alla Gazzetta dello Sport, nella quale ha criticato fortemente l’operato dell’a.d. rossonero, Ivan Gazidis, il quale, con il pieno appoggio del Fondo Elliott, proprietario del club ha deciso di destituirlo dal ruolo, ricoperto dall’estate scorsa.

“Il Milan conferma di aver comunicato a Zvonimir Boban la risoluzione del contratto con effetto immediato. Il Club ringrazia Zvonimir per il suo operato in questi 9 mesi e gli augura il meglio per il futuro professionale”, con queste parole pubblicate nel comunicato ufficiale presente sul sito del club e sugli account social di riferimento, si è conclusa, di fatto, l’esperienza dirigenziale di Boban in rossonero. “Ringraziamo Zvone – prosegue il comunicato – per il suo operato in questi 9 mesi e gli auguriamo il meglio per le sue prossime sfide. 

Milan, Boban licenziato: fiducia a Pioli

All’interno del comunicato viene ribadita massima fiducia a Stefano Pioli, allontanando, almeno per il momento, le voci che vorrebbero Rangnick in rossonero. ” Stefano Pioli e il suo staff stanno facendo un ottimo lavoro, migliorando costantemente il rendimento della squadra, e godranno del nostro massimo sostegno, in un contesto così difficile per l’intero paese. Il club  guarda con ottimismo alla seconda parte della stagione, con la determinazione di continuare il percorso di crescita e tornare ai vertici del calcio mondiale.”

 

Leggi anche -> Milan, Pioli: “Niente alibi, la società è vicina. Pensiamo al Genoa”