Bosnia-Italia Calcio Femminile: le Azzurre sanno come si fa, 5-0

Calcio Femminile, tutto facile per la nazionale azzurra che dopo quasi sei mesi di assenza dei campi ufficiali torna a giocare, a vincere e a divertire.

Battuta nettamente la Bosnia, 5-0, in una gara dominata dall’inizio alla fine nel corso della quale il risultato non è davvero mai in discussione.

Calcio Femminile, Azzurre senza patemi

Un risultato importante per la formazione azzurra soprattutto perché toglie definitivamente fuori da qualsiasi possibilità di qualificazione la Bosnia-Erzegovina e consegna l’Italia a punteggio pieno al vertice della classifica del suo gruppo, in condivisione con la Danimarca che sarà la grande avversaria delle Azzurre per conquistare il posto al prossimo europeo.

Il format delle qualificazioni è molto semplice. La prima di ogni girone passa direttamente alla fase finale, la seconda dovrà affrontare invece i play-off. Danimarca e Italia sono al comando della classifica dopo aver accumulato un bel pieno di vittoria. Gli scontri diretti, dunque, risulteranno decisivi anche se l’Italia deve ancora recuperare un merce in casa contro Israele, saltato per via dei protocolli COVID e rinviato a data da destinarsi; mentre la Danimarca dopo la partita in trasferta contro Malta avrà un’altra gara interna, anche lei contro Israele.

Le azzurre giocheranno in casa la prima delle due sfide contro le vichinghe alle Catellani di Empoli il 27 ottobre mentre la Danimarca ospiterà in casa a Viborg l’ultimo Match del girone il primo dicembre.

LEGGI ANCHE > Jack Harrison, il fuoriclasse arrivato in Premier League per sbaglio

Bosnia dominata

Sul campo di Zenica non c’è stata davvero partita: il portiere delle azzurre, Giuliani, è stato inoperoso praticamente per tutta la gara. Primo goal al 18’ con Galli su assist di Sabatino. Raddoppio quasi immediato di Girelli dopo almeno tre palle goal fallite di un nulla dalle azzurre o miracolosamente salvate dalle portiere avversario Hasanbegovic. Il dominio italiano diventa assoluto nel corso del secondo tempo e frutta ben tre calci di rigore. Girelli si permette anche il lusso di sbagliarne uno, il secondo. Finisce 0-4 con tripletta di Girelli al termine di una partita che è un ottimo test dopo la lunga sosta agonistica dettata dalla pandemia e che riconsegna le giocatrici in crescita di condizione in vista delle gare decisive. Nel finale arriva anche il quinto sigilli di Linari dopo diverse altre palle gol sprecate.

Non male per una squadra alle prese con qualche ruggine per la lunga inattività da gare ufficiali e per l’assenza di diverse giocatrici di rilievo.

Tutto molto facile, forse persino troppo per una squadra che contro la Danimarca avrà a che fare contro un avversario decisamente più tosto quale fino a questo momento il bilancio è di assoluta parità, sei partite con due vittorie per parte e altrettanti pareggi.

LEGGI ANCHE > Ibrahimovic, quanto è costato e ha fatto guadagnare ai club dove ha giocato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *