Serie A, highlights Cagliari-Atalanta: gol e sintesi partita | VIDEO

Cagliari-Atalanta,  alla Sardegna Arena la Dea vince 1-0 grazie a un gol di Muriel nel finale. L’ex Lecce fondamentale per Gasperini.

Cagliari-Atalanta, Muriel determinante (Getty Images)
Cagliari-Atalanta, Muriel determinante (Getty Images)

Alla Sardegna Arena si gioca Cagliari-Atalanta, con la Dea che cerca tre punti dopo la qualificazione alla finale di Coppa Italia e il passo falso in campionato contro il Torino in un rocambolesco e pirotecnico 3-3. Sulla formazione, Pessina e Pasalic vanno in campo dal 1′. Panchina per Gollini, Sportiello parte titolare. Il Cagliari si affida a Simeone in avanti supportato da Joao Pedro e Nainggolan.

Primi dieci minuti di partita che vedono i sardi spingere con un altro passo bloccando il giro palla atalantino, subito un’occasione con Djimisiti con il pallone che scheggia sul proprio palo – difeso da Sportiello – sugli sviluppi di un corner. Brivido per i rossoblu che si rifanno sotto con Joao Pedro che al 7′ mette in mezzo una buona palla per Simeone. Il Cholito non riesce ad impattare per poco. Pericoloso anche Zappa dalla destra con le sue sgambate, Dea pressata e leggermente imballata in avvio. La Dea si fa vedere in avanti al 18′ con un ottimo inserimento di Gosens fra le linee difensive del Cagliari. Buon break, ma l’estremo difensore avversario riesce a controllare la sfera.

Alla mezz’ora il punteggio non si sblocca: 0-0, ma la gara è molto fisica con i padroni di casa che ricorrono spesso al dialogo fra Joao Pedro e Nainggolan. Pasalic, nelle fila nerazzurre, passa sulla trequarti e questa posizione infastidisce i sardi. Djimsiti pericoloso da palla inattiva, stavolta nella porta giusta, con pallone che termina di poco alto. Risposta del Cagliari con il centrocampista ex Roma che prova il destro da fuori: palla deviata in calcio d’angolo. Conclusione affatto pretenziosa. Ultimo quarto di prima frazione che passa piuttosto agevolmente con le due squadre che non si fanno male, ma si studiano. All’intervallo si arriva senza reti, ma con un buon ritmo di gara. Compagini determinate e mai arrendevoli.

Per vedere gli highlights di Cagliari-Atalanta – CLICCA QUI

Cagliari-Atalanta: i momenti salienti del match

Cagliari-Atalanta sintesi (Getty Images)
Cagliari-Atalanta sintesi (Getty Images)

Il secondo tempo alla Sardegna Arena riparte subito con una bella occasione per il Cagliari. Al 48′ Sportiello si supera su un destro insidioso di Nandez che ha provato la conclusione da posizione leggermente defilata. Ancora un tentativo da fuori di Nainggolan, che aveva tentato la sortita già un paio di volte nello stesso modo nel corso della prima frazione, con palla che termina sul fondo. Al 51′ Sportiello controlla la situazione senza particolari pericoli. Tre minuti più tardi l’Atalanta risponde con una punizione potenzialmente pericolosa di Ilicic: Cragno attento fra i pali. Punteggio fermo ancora sullo 0-0, ma le due squadre danno l’impressione di non volersi accontentare: atteggiamento ordinato e pronto alla sferzata.

Prevale la fisicità alla Sardegna Arena con le compagini che non tirano indietro la gamba, tanti duelli individuali: adrenalina a livelli alti, sempre nei limiti della regolarità il gioco proposto. Il direttore di gara lascia giocare molto dal punto di vista disciplinare. Questo consente sia all’Atalanta che al Cagliari di osare leggermente di più sul piano dell’agonismo. Ultimi venti minuti di gara in cui Gasperini ricorre alla carta Muriel per smuovere gli equilibri e il risultato, fuori Ilicic. Secondo cambio per la Dea, dopo quello che ha visto entrare poco prima Maehle per Sutalo.

Cagliari che, però, appare in grande condizione atletica al punto da riuscire ad arginare l’impostazione di gioco bergamasca: Di Francesco si sgola dalla panchina. Unità d’intenti per non sfilacciarsi a 16 minuti dal termine della gara. Quarto d’ora finale in cui la Dea viene fuori maggiormente, forse anche perché il Cagliari paga il dispendio di energie spese per un tempo e mezzo. Traversa di Zapata, che stacca di testa all’83’, su cross di Muriel. Proprio l’ex Lecce regala una vittoria in extremis alla Dea segnando al 90esimo un gol pesantissimo: 1-0 per la squadra di Gasperini. Tre punti acciuffati in extremis. Cagliari sconfitto a testa alta, con un rigore prima concesso e poi negato dopo l’on field review.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *