Lazio, Lotito deferito dalla FIGC: la risposta del club

La Lazio ha risposto alle accuse della Procura Federale ed è apparsa una nota del portavoce di Claudio Lotito in merito al deferimento richiesto dal tribunale: il comunicato.

Lotito deferito FIGC
Lotito deferito FIGC

La Procura Federale ha deferito il presidente della Lazio Claudio Lotito, poiché la società avrebbe violato i protocolli sanitari relativi alle norme anti-Covid. La FIGC ha stilato un documento sulle norme da seguire, ed evidentemente i biancocelesti non hanno rispettato alcuni punti. “Mancata osservanza dei protocolli sanitari“, secondo quanto dichiarato dalla Procura Federale sui casi relativi ad ottobre 2020. Il proprietario del club non avrebbe rispettato le norme e non ha vigilato sui controlli sanitari.

Nello specifico, non ha tempestivamente allertato l’ASL sulla positività di alcuni suoi tesserati alla vigilia del match di Champions contro il Brugge. Tuttavia, quest’oggi è arrivata la risposta del portavoce del presidente Lotito, che chiede sia fatta giustizia.

Leggi anche >>> Lazio, Lotito deferito dalla Procura Federale: tutti i dettagli

Lotito deferito, Lazio: “Venga fatta giustizia, noi estranei”

Lazio Lotito
Lazio Lotito

Sul sito ufficiale della Lazio è apparsa una nota che si riferisce alla richiesta di deferimento del presidente Lotito. Oltre al dirigente, anche il responsabile sanitario e il medico sociale hanno ricevuto una sanzione. “Si tratta di una questione relativa all’interpretazione delle regole che disciplinano la materia del COVID-19 – ha affermato Roberto Raosia sotto il profilo dell’obbligo di comunicazione alle autorità sanitarie, sia sull’interpretazione di alcuni parametri dei protocolli“.

Il portavoce del numero uno del club capitolino ha aggiunto: “Restiamo in attesa che venga fissata l’udienza. Noi confidiamo nella giustizia sportiva che si esprimerà – ha ribadito Roberto Rao – con il fine che venga ristabilita la corretta versione dei fatti e che venga riconosciuta la totale estraneità di quanto descritto“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *