Del Piero, la sconvolgente rivelazione: “Tra di noi il buio. Lui come un tossicodipendente”

Alessandro Del Piero ha rilasciato delle sconvolgenti rivelazioni: le parole usate dall’ex attaccante della Juventus sono durissime: scopri a chi sono riferite 

Del Piero confessione Inzaghi
Del Piero, ex calciatore (Getty Images)

Alex Del Piero è stato uno dei calciatori italiani più forti e vincenti di sempre. Tra Scudetti una Champions League e soprattutto il Mondiale del 2006 con l’Italia, l’attaccante è entrato nella leggenda di questo sport e nel cuore di centinaia di migliaia di tifosi della Juventus.

La sua carriera, iniziata nel Padova, ha una svolta nel 1993, quando veste per la prima volta la maglia bianconera della Juve, che toglierà solamente nel 2012. Saranno 15 i trofei alzati a Torino, ma non tutti i momenti vissuti nella Vecchia Signora sono stati così facili per “Pinturicchio”.

Leggi anche -> Avete visto la villa negli States di Del Piero? Gli attori la sognano 

Del Piero, la confessione su Inzaghi: il terribile racconto dell’ex Juve

Del Piero e Inzaghi
Del Piero e Inzaghi alla Juventus (Getty Images)

In un’intervista, Del Piero ha rivelato quale sia stato uno dei momenti più complessi della sua carriera. Era il 1997 e alla Juventus approdò Filippo Inzaghi, reduce da un’annata d’oro all’Atalanta con 24 reti in 35 presenze. Prima ancora di diventare una leggenda nel Milan, “Super Pippo” scelse la Juve, ma i rapporti nello spogliatoio non erano dei migliori.

“I primi tempi andava bene tra di noi, poi però tra me e lui è arrivato il buio, ha rivelato Alex Del Piero su Inzaghi. L’intervista è poi proseguita: “Viveva per il gol e se non segnava impazziva. I nostri rapporti si incrinarono in una partita nella quale decise di non passarmi il pallone nonostante fossi davanti alla porta completamente vuota”.

Inzaghi era così, voleva segnare ad ogni costo, persino quello che l’avrebbe portato a non parlare più con un suo compagno. Del Piero ha rivelato che i due si sono evitati per mesi e che Pippo in allenamento era nervoso, quasi epilettico.

Quando la dirigenza della Juventus venne a sapere degli screzi, decise di vendere Inzaghi al Milan nel luglio 2001, dando inizio ad una storia durata 11 anni. “Solo tempo dopo capì che avevo fatto un errore a litigare con lui”, ha rivelato Del Piero, che ha quindi concluso: “Non puoi chiedere ad uno come lui di passarti il pallone davanti alla porta, è come chiedere ad un tossicodipendente di darti la sua dose quotidiana”.

Gli screzi passati sono stati poi ampiamente superati con la vittoria del Mondiale in Germania nel 2006. Un’occasione per lasciare alle spalle i dissapori e godersi un trionfo storico per tutta l’Italia.