Italia agli spareggi per i Mondiali del Qatar, Sconcerti demolisce gli Azzurri: “Avete…”

Grande delusione per l’Italia che non conquista la qualificazione diretta per i Mondiali di Qatar 2022: la critica di Sconcerti rivolta alla squadra di Mancini è forte.

Di Lorenzo Italia
La reazione di Di Lorenzo dopo il pari dell’Italia contro l’Irlanda del Nord (LaPresse)

Il pareggio senza reti dell’Italia in casa dell’Irlanda del Nord, nonché il poker della Svizzera contro la Bulgaria, certificano il secondo posto degli Azzurri. La formazione di Roberto Mancini dovrà affrontare gli spareggi a marzo 2022 per centrare la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022.

La delusione dei campioni d’Europa in carica è veramente forte e tutto questo non può fare altro che pensare a ciò che non è stato fatto al meglio durante il girone di qualificazione. Nel frattempo il giornalista Mario Sconcerti ha commentato sulle colonne del Corriere della Sera quanto accaduto.

LEGGI ANCHE – Mondiali, Italia ai playoff: le possibili avversarie degli azzurri

Sconcerti parla dell’Italia e dei Mondiali di Qatar 2022

Sconcerti Italia
Sconcerti critica l’Italia di Mancini (Immagine Facebook)

Grande è la delusione anche per Sconcerti dopo il pareggio senza reti ottenuto in Irlanda del Nord. Si tratta di un risultato che lascia l’amaro in bocca per alcune occasioni sprecate. “Siamo scomparsi, improvvisamente normalizzati. Mancini quattro anni fa cambiò la mentalità del gioco. Lo rese semplice e di qualità, un piccolo miracolo che sembrava portarci avanti di anni sugli altri. Non era vero“, bacchetta il giornalista.

Il girone di qualificazione non è andato in porto per come erano i programmi della Nazionale allenata da Mancini. Sconcerti ha parlato di un gruppo noioso che è tornato al calcio di un tempo fatto di lanci lunghi, possesso palla lento, cross inefficaci e molto altro. “Credo che Mancini abbia ovviamente le sue colpe, ha sbagliato diverse scelte negli ultimi mesi. Non ha saputo dare stimoli diversi alla squadra“, ha commentato il cronista sportivo sul Corriere della Sera.