Haaland al City, il Borussa Dortmund lo “snobba”: la provocazione al norvegese

L’attaccante norvegese del Borussia Dortumund, Erling Haaland, ha scelto di accettare la corte del City di Pep Guardiola

Il futuro di Erling Haaland sembra essere definito. Il norvegese è praticamente ad un passo dall’essere un nuovo calciatore del Manchester City, si attende solamente l’ufficialità che dovrebbe arrivare entro la fine della settimana.

Haaland al City
Erling Haaland, attaccante norvegese classe 2000 (Foto LaPresse)

Haaland, nelle giornata di ieri, ha sostenuto le visite mediche con il club inglese e il trasferimento in Premier, il quale sarà ufficiale dal 1° luglio, avverrà in seguito al pagamento della clausola rescissoria presente sul contratto del classe 2000. Il Borussia Dortmund, nel dettaglio, incasserà una cifra compresa tra i 60 e i 75 milioni di euro.

La notizia, nelle scorse ore, ha fatto il giro del mondo e l’amministratore delegato del club teutonico, Hans-Joachim Watzke, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni della CNN. 

Borussia Dortmund, Watzke “punge” Haaland: “Per 111 anni…”

Hans-Joachim Watzke, amministratore delegato del Borussia Dortmund (Foto LaPresse)

Watzke, chiamato a rispondere alle voci dell’imminente trasferimento di Haaland al Manchester City, non ha perso occasione per ribadire l’importanza del Borussia Dortmund, la quale deve essere posta anche al di sopra di campioni come il norvegese.

Queste, nel dettaglio, le sue parole: “È una decisione che deve prendere Erling. Ha una clausola rescissoria e deve decidere se attivarla o no, ha tempo per dirci quello che vuole fare e quando sarà il momento lo farà”.

Poi ha aggiunto: “Abbiamo giocato a calcio per 113 anni, 111 dei quali senza Haaland. Avevamo Lewandowski e se n’è andato nel 2014, ma abbiamo giocato a calcio anche nelle stagioni successive. Poi è arrivato Aubameyang e dopo ancora Haaland. Potete stare tranquilli che se Erling deciderà di andare via, ne troveremo sicuramente un altro”.