Italia ripescata al Mondiale, Mancini sconvolge: la rivelazione in diretta

L’Italia potrebbe davvero essere ripescata al Mondiale? Il ct Roberto Mancini ha sconvolto i tifosi con una rivelazione in diretta 

Roberto Mancini ha parlato ai microfoni di Rai Sport prima del fischio d’inizio della Finalissima, il match tra l’Italia Campione d’Europa e l’Argentina vincitrice della Copa America. Il tecnico ha rilasciato due brevi battute, ma che faranno parlare i tifosi.

Italia ripescata Mondiale
Roberto Mancini, allenatore dell’Italia (LaPresse)

La gara contro il gruppo del c.t. Scaloni sarà una chance di rivalsa per gli azzurri, che vogliono riscattare la terribile debacle con la Macedonia che ha escluso la nostra nazionale dal prossimo Mondiale in Qatar, per la seconda edizione consecutiva.

Non sarà semplice riuscire a superare Messi e compagni, tra le nazionali favorite per la vittoria del torneo che andrà in scena tra novembre e dicembre prossimi. “Siamo alla fine di un ciclo, dobbiamo programmare l’inserimento di più giovani”, ha dichiarato Mancini, un messaggio importante in vista del futuro della squadra.

Italia ripescata al Mondiale: l’annuncio di Mancini

Italia ripescata Mondiale
Mancini, ct dell’Italia (LaPresse)

Un futuro neanche troppo lontano, perché la speranza di un clamoroso ripescaggio non ha abbandonato neanche lo stesso commissario tecnico. Proprio nel corso del suo intervento ai microfoni della Rai, Roberto Mancini ha infatti dichiarato: “Nel calcio è già successo. Se dovesse ricapitare siamo pronti. La regola dice che la FIFA decide in automatico sul ripescaggio”.

Una dichiarazione forte in diretta, che accende ulteriormente le speranze dei tifosi in vista un’esclusione dell’Ecuador e di un inserimento proprio degli azzurri al loro posto. Lo scenario resta quasi utopistico, ma secondo quanto riferito da Roberto Mancini, non impossibile.

La luce di una clamorosa presenza della nostra Italia al Mondiale, dunque, non si è ancora spenta. Bisognerà, però, costruire un gruppo solido e giovane, pronto anche in caso di mancato ripescaggio, a tornare rapidamente una delle nazionali più insidiose nel panorama europeo e mondiale.