Calciomercato Napoli: Icardi pista ancora calda, l’Inter lo valuta 80 milioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13

Mauro Icardi nel mirino del Napoli. Gli azzurri hanno completato tre operazioni in entrata in questo calciomercato con gli arrivi di Manolas, Di Lorenzo ed Elmas. La squadra di Carlo Ancelotti, però, è alla ricerca di un rinforzo anche in attacco e, nelle ultime settimane, si sono alternati diversi nomi intorno al club.

Il primo è stato quello di James Rodriguez, ma il colombiano del Real Madrid sembrerebbe essersi allontanato sempre di più dall’Italia. Prima le divergenze con Florentino Perez, poi l’ingresso nella trattativa dell’Atletico Madrid e infine il grave infortunio di Isco, potrebbero addirittura comportare a una permanenza nei Blancos per il  ventottenne.

Icardi e Pépé i sogni del Napoli

Gli altri due profili accostati alla squadra del presidente Aurelio De Laurentiis sono stati quelli dell’esterno d’attacco, adattabile a centravanti, del Lille e l’argentino dell’Inter. Con il giovanissimo ivoriano i partenopei hanno trovato un accordo da 4 milioni all’anno che diventeranno 5 con i bonus e anche con il club francese c’è l’intesa per 80 milioni totali. Le problematiche sorgono con gli agenti che chiedono 6 milioni di commissioni, troppi per il patron del Napoli.

Con l’ex capitano nerazzurro, invece, gli azzurri hanno messo in standby la trattativa, che resta comunque molto calda. L’attaccante piace al suo possibile neo allenatore che potrebbe chiamarlo nei prossimi giorni per convincerlo. L’Inter lo valuta 80 milioni, ma i rapporti burrascosi con la società e la necessità di venderlo faranno calare la richiesta economica.

Secondo il quotidiano Tuttosport, le due trattative entreranno nel vivo mercoledì prossimo, giorno in cui Pépé dovrà dare una risposta in merito al suo futuro. Il giocatore dovrà sceglie tra le diverse opzioni, Manchester United su tutte, quale sarà la più interessante per lui, portando il Napoli a muoversi poi di conseguenza, cercando così nell’argentino, con il numero 9 sulle spalle e non inserito nel progetto di Antonio Conte, la giusta alternativa.