Mandzukic resta alla Juventus. Il futuro dell’attaccante croato con la maglia bianconera è stato messo in dubbio quest’anno per la prima volta dal suo arrivo nel luglio del 2015. Nonostante il rinnovo firmato negli scorsi mesi, l’arrivo in panchina di Maurizio Sarri ha stravolto alcune gerarchie e lo schema tattico utilizzato rispetto a quello di Massimiliano Allegri.

Con il precedente tecnico, l’ex punta del Bayern Monaco è diventata una pedina inamovibile dello scacchiere juventino, ma lo stile del neo allenatore toscano ha messo in secondo piano un calciatore sempre determinante nelle gare più complicate delle scorse stagioni, costandone anche l’esclusione dalla lista Champions.

Mandzukic dice no al Qatar

Il trasferimento del trentatreenne è stato pensato per tutta la durata della campagna acquisti estiva, ma il lavoro dei dirigenti bianconeri non ha portato all’effetto desiderato: la sua cessione. Mandzukic, infatti, non è partito né in direzione Premier League né verso la Bundesliga. L’ultima speranza per la Juventus è stata posta nel Qatar, dove il mercato chiuderà il prossimo 30 settembre.

Alcuni organi di stampa croati, però, hanno riportato che il centravanti avrebbe rifiutato anche la proposta dell’Al-Gharafa Sports Club, non risultando interessato all’offerta, nonostante l’alto ingaggio che avrebbe percepito. Il classe ’86, dunque, rimarrà a Torino come un esubero di lusso, in attesa che a gennaio, o addirittura a giugno prossimo, si presenti un’offerta davvero valida e concreta.