Under 21, Irlanda-Italia: pari scialbo per gli azzurri, Kean espulso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:09

Under 21, Irlanda-Italia: pari scialbo per gli azzurri, kean espulso

Passo indietro per l’Italia nella seconda gara di qualificazione per gli Europei under 21. Gli  azzurrini non vanno oltre lo 0-0 in Irlanda. Prestazione opaca per la squadra di Nicolato, che non sfrutta le poche occasioni in cui gli avversari appaiono sbilanciati. Pesa nel secondo tempo l’espulsione di Kean, mandato negli spogliatoi insieme a Parrott per un fallo di reazione. Buona partita di Locatelli, sotto tono Bastoni e Tonali.

Le formazioni, Italia con il 4-3-3

Nicolato conferma il 4-3-3 ma cambia il tridente: partono in panchina Kean e Cutrone, giocano Frattesi, Pinamonti e Scamacca. L’Irlanda del ct Kenny, annunciata con un 3-5-2, in realtà scende in campo con un più abituale 4-4-2 che prevede O’Connor e Scales come terzini.

Gli inserimenti di Locatelli e Tonali, la costante proiezione offensiva di Luca Pellegrini caratterizzano la partenza degli azzurrini che però raramente sfruttano la superiorità numerica in mezzo. Il ct Kenny, tecnico che ha vinto 14 titoli in Irlanda, chiede ai centrocampisti di pressare alto. L’Italia sviluppa bene gioco, gli irlandesi temono Tonali: duro l’intervento in ritardo di Parrot, primo ammonito della partita. Scamacca, da 35 metri, batte la punizione che ne deriva: traiettoria interessante ma appena larga. Notevole al 17′ la girata di Pinamonti sul cross da sinistra di Pellegrini, fuori di poco a Kelleher battuto.

Under 21: l’Irlanda pressa bene, l’Italia non dà ampiezza

Gli azzurrini si fanno sorprendere su un lancio lungo del portiere: Carnesecchi copre bene il primo palo sul destro di Parrott. Marchizza nell’occasione si fa male al flessore: entra (un po’ troppo lentamente) Adjapong, che gioca da terzino destro con Del Prato centrale accanto a Bastoni.

L’Irlanda cresce a metà del primo tempo: sponda di Idah, tiro di Ronan dal limite al 24′, Carnesecchi respinge. I padroni di casa gestiscono il possesso ma tengono la squadra corta, gli azzurrini faticano a dare ampiezza alla manovra ma non riescono a generare un evidente vantaggio competitivo dal tre contro due in mezzo.

Giallo a Ronan, rosso a Kean: l’arbitro fa discutere

Si gioca a ritmi bassi, e sta bene all’Irlanda. Il match è fisico, saltano anche i nervi. Tonali e Molumby, ammoniti, vengono quasi alle mani sotto gli occhi dell’arbitro che vede, ma non espelle, Ronan arrivato in corsa a dare una manata al centrocampista del Brescia.

Nel secondo tempo, cambi pesanti per Nicolato che prova a vincere con Kean e Cutrone per Pinamonti e Scamacca, meno presente nel gioco dopo un inizio incoraggiante. Tuttavia Kean cade nelle provocazioni degli irlandesi e viene espulso insieme a Parrott: la sua partita è durata una ventina di minuti.

Irlanda-Italia under 21, nel finale solo confusione

La partita si fa confusa, poco lineare mentre si alza il vento e scende anche una pioggia fredda e leggera. L’Italia perde lucidità e non basta la prestazione d’ordine e qualità di Locatelli in mezzo. La migliore occasione del secondo tempo per gli azzurrini resta il tiro dalla distanza di Adjapong girato in angolo da Kelleher. Più difficile, e significativa, la parata di Carnesecchi che al’82’ disinnesca la potente conclusione di Molumby. Poi, al 91′, si fa ammirare anche per un uscita in scivolata sulla trequarti dopo che Idah aveva bruciato sullo scatto Bastoni. E’ il fotogramma di un secondo tempo opaco. Stavolta si salva solo il risultato.

LEGGI ANCHE -> Il 5-0 dell’Italia Under 21 al Lussemburgo