Napoli, Insigne: “Con Ancelotti a volte litighiamo. I napoletani non mi hanno capito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:34
Lorenzo Insigne
Napoli, Insigne: “Con Ancelotti a volte litighiamo. I napoletani non mi hanno capito”

Lorenzo Insigne sarà titolare questa sera nella sfida dell’Italia contro la Grecia. L’attaccante del Napoli ha parlato ai microfoni di Rai Sport, spiegando il suo rapporto con l’allenatore Carlo Ancelotti e i tifosi del Napoli.

Insigne ai tifosi del Napoli: “Non sono presuntuoso”

“Cosa scelgo tra Champions ed Europeo? Va bene tutto, purché si vinca. A Napoli lo aspettiamo da troppo tempo. Sono certo che l’Italia farà un grande europeo”. Sul rapporto coi tifosi: “Alcuni di loro non mi hanno capito, mi reputano presuntuoso. Ma è un’immagine diversa da come sono realmente. Spero che chi la pensa così possa farsi un’idea diversa su di me: vorrei che mi stessero vicino perché per la maglia del Napoli mi farei ammazzare”.

Insigne: “A volte ho risposto ad Ancelotti, ma poi è finita lì”

Lorenzo Insigne ha parlato anche del suo rapporto con l’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti. “Con lui ho un rapporto particolare: a volte ci capita di litigare. E’ dovuto ai nostri caratteri. Resta un grandissimo allenatore e spero di poter vincere qualcosa con lui. In due anni di allenamenti, soprattutto quando ero stanco o nervoso, con Ancelotti mi è capitato di rispondere alle sue osservazioni, ma poi tutto finisce lì. Chiaramente tante volte con lui si scherza”. Infine un passaggio sul suo ex tecnico, oggi alla Juventus, Maurizio Sarri: “Quello che ha fatto con il Napoli pesa nei giudizi, ne sono convinto. Io spero che faccia bene, perché gli sono affezionato per quello che ha fatto per il Napoli e Napoli”.

Leggi anche – Napoli, caso Insigne: rabbia Ancelotti. Il retroscena