Milan, possibili plusvalenze: giocatori richiesti e costi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:33
Suso
L’attaccante Suso è tra i calciatori del Milan a rischio partenza per gennaio

Il Milan è in una situazione delicata: la crisi tecnica è sotto gli occhi di tutti. Esonerato Giampaolo dopo un inizio di campionato sconfortante, toccherà ora a Pioli provare a risollevare la squadra in classifica. E poi c’è la batosta dei conti in rosso, che sono stati pubblicati ieri. Un passivo da 146 milioni, che pur non mettendo in pericolo la società, obbliga il Milan a intervenire sul mercato per cominciare a risanare il bilancio.

Da Suso a Donnarumma: plusvalenze per risanare i conti

Vero che a gennaio bisognerebbe rinforzare la squadra, ma in realtà non si esclude la cessione di almeno un pezzo pregiato per portare soldi in cassa. Si tratta di un sacrificio, da individuare in quei calciatori che hanno mercato e che hanno un certo costo, e la cui cessione non rappresenterebbe un “disastro” dal punto di vista tecnico. Insomma, si dovrà vendere qualcuno di “sacrificabile” per fare plusvalenza, ma anche in ottica ingaggi. Ad esempio, è pesantissimo lo stipendio di Donnarumma: oltre 6 milioni di euro. Il Milan potrebbe cederlo a gennaio, sperando di incassare almeno 50 milioni di euro e fare forti plusvalenze. Donnarumma piace al Paris Saint Germain, che in cambio potrebbe cedere Areola. Se ciò dovesse accadere, Reina potrebbe essere proposto titolare fino a fine stagione: anche lui è in scadenza e ha un contratto oneroso, di circa 3 milioni. E pure lui non dovrebbe rinnovare.

Gianluigi Donnarumma
Gigio Donnarumma ha un ingaggio molto pesante

Milan, non tutti sono intoccabili

Anche Suso è un indiziato a partire: il suo costo si aggira sui 50 milioni di euro, e a differenza di Donnarumma ha delle squadre che lo corteggiano: si tratta di Roma, Fiorentina, Marsiglia e Lione, tra le altre. Non sarebbe una cessione facile, ma sicuramente ipotizzabile: soprattutto se il rendimento dello spagnolo sarà ancora deludente. Ma non ci sono altri giocatori che potrebbero partire e che rappresentano plusvalenze: tra questi Paquetà, che Leonardo vorrebbe portare subito al Paris Saint Germain. Piatek trovrebbe acquirenti, ma è difficile pensare a un suo addio immediato. Sul polacco, però, c’è l’interesse del Barcellona, ma siamo solo a livelli di un interessamento generico. Kessie piace ancora al Wolverhampton, mentre Romagnoli ha estimatori in Italia e in Europa. Ma si tratta di soluzioni sempre più complesse: più “semplici” le ipotetiche plusvalenze su Donnarumma o Suso, fermo restando che il Milan a gennaio dovrebbe innanzitutto rinforzarsi.

Leggi anche – Milan, bilancio in rosso. Elliott ha fatto peggio di Yonghong Li: perdite per 146 mln