Maradona, niente panchina: il Newell’s lo mette sul trono per il suo 59mo compleanno

maradona trono
Maradona, niente panchina: il Newell’s lo mette sul trono per il suo 59mo compleanno

Compleanno speciale per Diego Armando Maradona: alla vigilia dei suoi 59 anni (che compie oggi) il Piber de Oro è stato accolto come un Dio sul campo del Newell’s Old Boys, squadra in cui ha militato alla fine della carriera. Maradona, alla guida del suo Gimnasia La Plata ha vinto 4-0 sul campo del Newell’s, ma questo non ha intaccato un’accoglienza davvero speciale. Anziché in panchina, i padroni di casa lo hanno voluto far accomodare su un vero e proprio trono preparato appositamente per lui. un omaggio per le cinque partite che Maradona giocò nel Newell’s tra il 1993 e il 1994, a carriera agli sgoccioli. Diego si è accomodato sul trono speciale a bordocampo del “Marcelo Bielsa”, e si è goduto la vittoria della sua squadra.

Maradona, niente panchina: il Newell’s lo mette sul trono per il suo 59mo compleanno

Delirio per Maradona a Rosario: accolto come un idolo

Maradona ha autografato il trono speciale e ha ricevuto una maglia celebrativa della giornata, ma soprattutto si è goduto la festa dei suoi ex tifosi, che lo hanno celebrato a Rosario come un dio. Striscioni, cori, tutte le attenzioni erano per lui. “Il più grande ha scelto il più popolare”, recitava un enorme striscione. Maradona è stato accolto da migliaia di tifosi sin dal suo arrivo in hotel. In tanti lo hanno scortato fino allo stadio: trattamento che di certo non si riserva agli avversati. Ma per Maradona anche tre punti fondamentali, visto che ha lasciato l’ultimo posto in classifica, superando il Godoy Cruz e portandosi a -1 dalla coppia formata da Banfield e Aldosivi.

maradona
Maradona con la maglia celebrativa

I numeri di Maradona, il più grande di sempre

312 gol in 588 partite, dagli esordi con l’Argentinos Juniors, fino al Boca Juniors e proseguita in un crescendo inarrestabile con Barcellona e Napoli, fino alla fase finale (dopo la squalifica per cocaina) al Siviglia e a poi al Newell’s Old Boys. Infine le ultime apparizioni col Boca Juniors. La sua miglior stagione in Europa, quella del secondo scudetto del Napoli (1989/1990) con 16 gol e 9 assist.

Leggi anche – Napoli, Maradona a Mertens: “Non andare via, non sarai mai così amato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *