Inter, Conte: “Presto per lo scudetto. Nuovi acquisti? Qualcuno può pensarla diversamente”

 

Conte nel post gara con il Borussia
Bologna-Inter, le parole di Antonio Conte (Getty Images)

La Serie A, dopo il turno infrasettimanale, torna subito in campo per l’11a giornata che sarà aperta dagli anticipi del sabato. Tra questi è coinvolta anche l’Inter che giocherà sul campo del Bologna, per continuare la rincorsa alla Juventus. A questo proposito Antonio Conte ha parlato in conferenza stampa, presentando la partita di domani e di altri temi molti interessanti.

Le parole di Conte

Sul Bologna: “Il Bologna è un’ottima squadra, fa grande pressione e intensità, è in buona forma nonostante la sconfitta di Cagliari. Dobbiamo fare la nostra partita e dare il 100%, sarà una battaglia”.

Sul futuro di Lautaro: “E’ importante guardare al presente, Lautaro sta lavorando bene e ha fatto ottimi progressi, è un ragazzo di 22 anni che può migliorare. Deve continuare così, le notizie di mercato non sono un problema, ne escono così tante. In questo momento sono altre le preoccupazioni”.

Sul VAR: “E’ difficile dare consigli, ma non viene utilizzato nella stessa maniera da tutti. E’ importante avere questo strumento per i grandi errori. L’anno scorso però ero più positivo, quest’anno non capisco il metro di giudizio per cui viene utilizzato. La cosa non è positiva, c’è una situazione di precarietà e diventa difficile accettarlo. Io fossi arbitro e avendo il VAR a disposizione, mi metterei nelle sue mani e arbitrerei con più serenità tanto i miei errori possono essere corretti”.

Sullo scudetto: “Noi dobbiamo fare del nostro meglio, come ha detto Gasperini parlare di scudetto è solo una cosa mediatica. Sappiamo i nostri punti di forza e i nostri limiti, lavoriamo per migliorarci però ripeto il nostro compito è un altro. Oggi è difficile parlare di altre cose, non sarei serio”.

Sul mercato: “Non parlo di queste cose in conferenza stampa, devo discutere con la proprietà e i dirigenti, poi può darsi che il mio punto di vista non sia giusto. Il nuovo percorso è appena iniziato, abbiamo cambiato tre giocatori fondamentali e ci vorrà tempo. Non pensate che ci sia una bacchetta magica per risolvere tutti i problemi”.

Sugli infortunati: “Vecino e Ranocchia hanno già recuperato, oggi dovrebbe toccare a Sensi. Per D’Ambrosio dipende dalle sue sensazioni, è un infortunio doloroso ma speriamo di averlo presto”.

Leggi anche – Calciomercato Inter, dalla Spagna: il Barcellona non molla Lautaro Martinez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *