Torino-Juventus, Sarri: “Mi aspetto una battaglia. VAR? Preferisco arbitri che arbitrano”

Torino-Juventus, le parole di Maurizio Sarri, alla vigilia del derby
Torino-Juventus, le parole di Maurizio Sarri, alla vigilia del derby

Non si fida delle difficoltà del Torino e mette in guardia i suoi giocatori. Maurizio Sarri  parla chiaro in conferenza stampa alla viglia del derby della Mole, la Juventus si presenta come una banda di marziani, i granata invece come un gruppo allo sbando, ma guai a sottovalutare cosa può accadere in una stracittadina. Per questo motivo l’ex allenatore del Chelsea tiene alta la tensione, vuole una squadra sul pezzo, vietato distrarsi, l’Inter è sempre lì in agguato ad un punto.

Le parole di Sarri

Sul derby: “E’ sempre una partita speciale, aldilà del momento della stagione. Mi aspetto un Torino molto motivato e carico per fare risultato. Dobbiamo restare sul pezzo e spero ci aiuti a tenere alta la concentrazione”.

Sulle condizioni di Pjanic: “Non l’ho ancora visto, ieri si è allenato a parte. Non so se domani potrà giocare, è una decisione che stanno prendendo medici e preparatori”

Sul trequartista: “Quando giocano Ronaldo e Dybala in attacco, la ritengo la soluzione ideale perchè non abbiamo altri giocatori per il tridente”.

Sul VAR: “Non mi piace molto. Preferisco quando gli arbitri fischiano in base alle sensazioni sul campo. Per esempio sul fallo di mano non ci ho ancora capito niente, certe scelte sono molto dubbie. Era nato per errori evidenti, adesso si usa tre-quattro volte a partite. All’estero il suo utilizzo è più limitato”.

Su Higuain:E’ un fuoriclasse, deve avere le giuste motivazioni. A Londra mi è piaciuto meno, quest’estate però l’ho visto con uno spirito diverso e per noi è molto importante”

Sul sostituto di Alex Sandro: “In allenamento stiamo provando De Sciglio, poi vediamo in base alle partite e come si mettono”.

Leggi anche – Torino-Juventus, è già clima derby. Szczesny indica la strada: “Dobbiamo essere più cinici”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *