Pogba-Juventus, dai social alle amicizie: c’è più di un motivo per tornare bianconero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:58
Pogba-Juventus, dai social alle amicizie: c'è più di un motivo per tornare bianconero
Pogba-Juventus, dai social alle amicizie: c’è più di un motivo per tornare bianconero

La Juve ha un sogno, riportare in bianconero Paul Pogba. La possibilità appare più concreta rispetto al recente passato. I segnali sui social, il legame che il francese ha dimostrato anche recentemente nello scambio su Instagram con Bonucci, sono indizi di una strategia concreta. Pavel Nedved e Fabio Paratici al ritorno di Pogba pensano sul serio.

Pogba, l’identikit giusto per la nuova Juve

Le incomprensioni con José Mourinho e con Ole Gunnar Solskjaer spingono il francese, leader della nazionale campione del mondo nel 2018, lontano dal Manchester United. I Red Devils in estate hanno alzato la valutazione da 120 a 160 milioni, senza contropartite. Così hanno allentato la pressione dei bianconeri e del Real Madrid. Negli ultimi tempi, dall’Inghilterra le indiscrezioni di mercato fanno pensare che il club possa “accontentarsi” di nuovo di 120 milioni.

La Juve, che ha annunciato un aumento di capitale da 300 milioni, rimane in cerca di un giocatore che possa aumentare l’appeal anche commerciale della squadra. L’obiettivo è di ripetere l’effetto Cristiano Ronaldo con un calciatore più giovane e continuare l’espansione del brand Juventus. Pogba corrisponde perfettamente al profilo.

Pogba-Juventus, dai social alle amicizie: c'è più di un motivo per tornare bianconero
Pogba-Juventus, dai social alle amicizie: c’è più di un motivo per tornare bianconero

Pogba e le tante amicizie alla Juve

Il francese, che alla Juve ha giocato dal 2012 al 2017, ha mantenuto ottimi rapporti con i dirigenti e con i compagni di squadra che ha incontrato nella sua esperienza bianconera, come Bonucci e Dybala. Al Manchester United, invece, dopo aver rotto con lo Special One che gli ha tolto la fascia da capitano, la sua situazione non è migliorata con Solskjaer. E l’infortunio che lo sta tenendo lontano dal campo certo non aiuta.

La Juve, che per potersi permettere Pogba deve monetizzare sul mercato già da gennaio così da rimanere in linea con i vincoli del fair play finanziario imposti dalla Uefa, ha anche un jolly da mettere in campo, Mino Raiola, che è stato procuratore anche dell’attuale vicepresidente bianconero Pavel Nedved e ha un rapporto lungo e proficuo con la dirigenza juventina. Un motivo in più per sognare di rivedere il “Polpo” in bianconero.

LEGGI ANCHE -> Pogba esulta per la Juve sui social: indizio di mercato?