Castrovilli e Zaniolo meglio di Pirlo e Totti: il passaggio dall’U21 alla Nazionale in un anno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:56
Gaetano Castrovilli pronto al debutto con la Nazionale maggiore
Gaetano Castrovilli pronto al debutto con la Nazionale maggiore

Gaetano Castrovilli venerdì prossimo, 15 novembre 2019, potrebbe debuttare ufficialmente con la maglia nella Nazionale maggiore sotto la guida tecnica del ct Roberto Mancini. Proprio il 15 novembre del 2018, lo stesso Castrovilli ha esordito con l’Under 21, e in questa settimana si ritroverà nelle condizioni di poter compiere un importantissimo salto per la propria carriera professionistica solamente dopo un anno.

Il centrocampista della Fiorentina, rivelazione del nostro campionato, non è però l’unico ad aver effettuato questo passaggio entro un anno solare. Un altro dei nomi più chiacchierati, per le sue grandi abilità tecniche e la sua spiccata personalità è Nicolò Zaniolo. Il giocatore della Roma ha fatto anche meglio, debuttando in Under 21 l’11 ottobre del 2018 e in Nazionale solamente 163 giorni dopo, il 23 marzo del 2019.

Sandro Tonali, tra i giocatori più "veloci" nel passaggio Under 21-Nazionale
Sandro Tonali, tra i giocatori più “veloci” nel passaggio Under 21-Nazionale

Castrovilli meglio di Pirlo, ma non è solo

Sia Castrovilli che Zaniolo hanno impiegato meno tempo ad effettuare il salto di qualità dall’Under 21 alla Nazionale rispetto ad alcuni dei Campioni del Mondo del 2006. Il Pallone d’Oro di quell’anno, Fabio Cannavaro, ha debuttato nel marzo del 1994 con gli Azzurrini e 3 anni dopo con la Nazionale maggiore. Quasi lo stesso tempo lo ha impiegato anche Francesco Totti, dicembre 1995-ottobre 1998. Una leggenda come Andrea Pirlo, invece, ha dovuto aspettare quasi 4 anni, dato che ha fatto il suo esordio nell’Under 21, era il 25 marzo del 1998 e in Nazionale il 7 settembre 2002. Gianluigi Buffon, bandiera della Juventus, invece, ha impiegato meno tempo: 1 anno e mezzo, dicembre 1995-ottobre 1997.

Ma Castrovilli e Zaniolo non sono stati gli unici giocatori a impiegare un anno solare (o meno) per riuscire a vivere il sogno di passare dalla convocazione dell’Under 21 a quella della Nazionale maggiore. Sono diversi i giovanissimi talenti del calcio italiano che hanno impressionato per le loro prestazioni in campo e hanno conquistato un posto al fianco dei più grandi di sempre in poco tempo.

Under 21-Nazionale in 1 anno, spiccano Donnarumma e Tonali

Tra i nomi che risaltano subito agli occhi, per il minor numero di giorni trascorsi tra il debutto con l’Under 21 e quello con la Nazionale maggiore, ci sono sicuramente quelli di Gianluigi Donnarumma e Sandro Tonali. Il portiere del Milan ha impiegato solamente 161 giorni a compiere il grande salto, dal 24 marzo del 2016, giorno dell’esordio con l’Under 21, all’1 settembre dello stesso anno con la Nazionale. Il centrocampista del Brescia, invece, convocato per la prima volta da Roberto Mancini lo scorso mese, ci ha impiegato 208 giorni (il suo debutto in Under 21 risale al 21 marzo del 2019). Nell’elenco di chi è riuscito a compiere un salto di qualità di tale importanza in massimo 365 giorni sono presenti anche altri calciatori come:

  • Lorenzo Insigne (debutto Under 21 nell’ottobre del 2011 e in Nazionale nel settembre dello stesso anno)
  • Stephan El Shaarawy (novembre 2011-agosto 2012)
  • Marco Verratti (febbraio-agosto 2012)
  • Mattia De Sciglio (aprile 2012- marzo 2013)
  • Lorenzo Pellegrini (giugno 2016-maggio 2017)
  • Federico Chiesa (marzo 2017-marzo 2018)
  • Patrick Cutrone (settembre 2017-marzo 2018)

Leggi anche -> Italia, Mancini: “Cristiano Ronaldo ha sbagliato. Balotelli avrà la sua chance”