Chiellini rivela: “Tifavo Milan poi…sono diventato più intelligente”

Juventus Chiellini sarà in panchina
Chiellini ammette di aver tifato Milan in gioventù

In principio era Bonucci, il suo passaggio al Milan, seppur breve, con quella fascia da capitano al braccio, non l’hanno digerito i tifosi bianconeri. Anche per questo, al suo ritorno in bianconero, inizialmente c’era una frizione non ancora del tutto risolta con il pubblico bianconero. Juve-Milan non sarà mai soltanto una partita, provare per credere: se persino uno come Ronaldo perde le staffe al pensiero di abbandonare il campo durante un simile confronto, significa che in palio c’è sempre ben altro oltre i tre punti.

Chiellini: “Tifavo Milan da piccolo, ma poi sono migliorato. Ora bianconero fino al midollo”

Così destano scalpore, proporzionalmente con il periodo della stagione in corso, le parole di Giorgio Chiellini. Uno che alla Vecchia Signora è rimasto fedele, ma non nasconde un passato diverso: ha prestato anche lui il fianco al Diavolo, un tempo. Lo definisce simpaticamente un errore di gioventù, ma le passioni sono strane e forti, quindi è sempre difficile accantonarle del tutto. Il fuoriclasse bianconero rivela di aver tifato Milan da adolescente: “Da piccolo ero tifoso del Milan purtroppo, poi sono migliorato e diventato più intelligente. Il mio giocatore preferito era Maldini e mio fratello gemello tifava Juve: per questo non potevo essere per la stessa squadra. Da quando sono qui è stato subito amore, ora è difficile trovare qualcuno più juventino di me sulla Terra, rivela a Juventus TV. Ragione e cuore, dunque, secondo Giorgio Chiellini. Per il fuoriclasse deve aver prevalso la seconda.

Leggi anche –> Da Chinaglia a Cristiano Ronaldo: i 10 “vaffa” della storia del calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *